I nostri blog

Mavaff..

staff
2 luglio 2011


Non sopporto chi ha la vita facile e vuol far per forza credere a tutti che le cose se le è guadagnate con litri e litri di sudore versato.
Il lavoro “ho fatto salti mortali per averlo” (stessa ditta in cui lavora il padre), e “l’università che facevo non mi soddisfaceva ma ho passato il test più difficile del secolo e finalmente cambierò indirizzo” (l’università che faceva è la stessa che io sto tutt’ora frequentando), “la mia casa è la più grande e la più difficile da pulire, sai com’è la polvere sembra tornare immediatamente ” (ma guarda te che sfiga cosmica).
E poi inizia la serie di ” ahhh anch’io!!” :
Ieri sono andata da Zara e ho comprato un bellissimo vestito: “ahhh anch’io! però sono andata da Pinko!”; sabato sera ci sarà un concerto super figo e voglio andarci: ” Ahhh Anch’io.. però è un concerto solo su invito ed in una location segreta”; il mio ragazzo mi ha regalato un mazzo di fiori! ” ahhh anche il mio! e me li ha fatti arrivare insieme alla macchina che mi ha comprato per il nostri mesiversario!”.
mavaff…
Ma io dico, cos’è questo bisogno irrefrenabile di essere sempre un gradino sopra agli altri, sempre migliori, sempre con più esperienze, con più occasioni, con più fortune?!
Io non mi vergogno di essere una pezzente: lavori mediocri, fisico mediocre e mediocre senso dell’umorismo.
Alla fine sono giunta alla seguente conclusione, che a molti di voi sembrerà già ovvia: chi ama straparlare è colui che ha davvero poco di reale da raccontare ed ama fantasticare.
Tiè eccoti la rima.

 

Sheena