Cinema

MFW mood: 5 documentari e 1 film

Cecilia Dardana
26 febbraio 2016

Copertina

La Women’s Fashion Week meneghina ci ha già travolti nel suo vortice di sfilate, eventi, presentazioni e, naturalmente, di immancabili party serali. Come ogni anno, a febbraio Milano trasforma le sue vie in un catwalk via l’altro, rendendo la città il fulcro del fashion system mondiale, tra stilisti, modelli, fotografi e giornalisti.

C’è chi il mondo della moda lo vive quotidianamente e chi, invece, lo guarda da lontano, affascinato da questa bellezza e ricchezza perennemente ostentate. Ed è proprio in questo clima di fermento ed eccitazione che Netflix, la più grande rete di Internet TV del mondo, ci propone una selezione dedicata al mondo della fashion industry, per entrare definitivamente in modalità MFW.

Sono cinque documentari e un film quelli che caratterizzano questo connubio azzeccatissimo tra moda e cinema. Binomio che in questo caso ci offre, da diversi punti di vista e attraverso le sue icone, uno sguardo a 360° sull’enorme business che sta dietro al mondo del fashion.

  • Sex and the city, il film: quando si parla di moda è impossibile che non venga in mente la celebre serie TV americana, divenuta icona di un’epoca. Riprodotta come film, in questo caso girato da Michael Patrick King, offre uno scorcio divertente e scanzonato sull’universo fashion attraverso le vite delle quattro amiche (ex)single più conosciute di Manhattan: Carrie, Charlotte, Miranda e Samantha.

  • The September Issue: un esclusivo documentario, già una volta vincitore al Sundance Film Festival nel 2009, girato dal regista R. J. Cutler, che svela i retroscena dell’incredibile lavoro che sta dietro al numero speciale di settembre della rivista Vogue US. In primo piano, naturalmente, la figura di Anna Wintour, Direttrice e responsabile artistica della celebre rivista.

  • È un fascino senza età quello di “Advanced Style – Le signore dello stile”, documentario diretto da Lina Plioplyte, che ha come protagoniste sette instancabili donne newyorkesi over 60. Sulla scia delle attuali fashion blogger, queste signore sfoderano consigli di moda e bellezza, molto allettanti anche per le fashion addicted più giovani.

  • Iris: icona indiscussa del fashion system, a 94 anni, Iris Apfel rappresenta ancora un punto di riferimento per gran parte delle fashion victim e non solo. Esperta d’arte, interior designer, businesswoman, creatrice di gioielli, è attratta da tutto ciò che non è convenzionale. Un documentario, quello di Albert Maysles, che, ripercorrendone la vita, rende omaggio a una delle figure più rappresentative e influenti del mondo della moda.

  • Diana Vreeland – L’imperatrice della moda: è un ritratto leggero e divertente quello che emerge in questo documentario su Diana Vreeland, giornalista statunitense icona di stile, editor di Harper’s Bazaar e poi Caporedattrice di Vogue America. Celebre anche per aver lanciato molte dive e fotografi di successo dalle pagine di Vogue, è colei che ha anticipato e rivoluzionato le tendenze del XX secolo. Indubbiamente una personalità di spicco dell’intero fashion system.

  • The true cost: è un pugno nello stomaco questo documentario di Andrew Morgan, che ci invita a riflettere su chi paga realmente il prezzo dei nostri vestiti. Una pellicola forte, rivoluzionaria, che esplora l’impatto dell’industria della moda sul nostro mondo, analizzando il rapporto fra la pressione dei consumatori con la loro richiesta di alta moda a basso costo e la storia difficile, spesso disperata, della vita dei lavoratori che la producono.

 

 


Potrebbe interessarti anche