Advertisement
Fotografia

MIA FAIR fotografa Expo

Valentina Garola
8 aprile 2015
Maurizio Galimberti, Duomo Packed, 2005, mosaico Polaroid, cm 120x170, ed. cm 120x170, courtesy MonoMilano

Maurizio Galimberti, Duomo Packed, 2005, mosaico Polaroid, cm 120×170, ed. cm 120×170, courtesy MonoMilano

A Milano dall’11 al 13 aprile 2015 si svolgerà la quinta edizione della MIA Fair, fiera dedicata alla fotografia ideata e diretta da Fabio Castelli, nella cornice di The Mall, nel nuovissimo quartiere di Porta Nuova Varesine, il simbolo della Milano che guarda al futuro. Questo centro polifunzionale tra i grattacieli che hanno cambiato lo skyline della città accoglierà i 145 espositori dell’edizione 2015, una ventina di loro sono quelli appartenenti alla sezione Proposta MIA, con fotografi indipendenti che si presentano senza il supporto di una galleria, mentre una decina sono gli editori di settore in arrivo dall’Italia e dall’estero. Oltre alle personali presentate da ogni galleria si aggiunge poi la sezione dedicata al tema di EXPO 2015, con più fotografi per ogni stand.

Mario De Biasi, Balletto, 1953, stampa d'epoca ai sali d'argento, cm 18x18,7, ed. aperta, courtesy Admira - © Archivio De Biasi

Mario De Biasi, Balletto, 1953, stampa d’epoca ai sali d’argento, cm 18×18,7, ed. aperta, courtesy Admira – © Archivio De Biasi

Il programma culturale di MIA spazia dal confronto con i grandi festival europei di fotografia ai talk ispirati dal centenario della nascita di Roland Barthes, caratterizzato poi da dialoghi con le più interessanti realtà estere del mondo della fotografia, con personaggi di spicco quali Oliva Maria Rubio, direttore artistico di PhotoEspaña Madrid, e Krzysztof Candrowicz, già direttore dell’International Festival of Photography di Lodz e direttore artistico della Triennale di Amburgo, ideatore del network PhotoFestival Union, e altri ancora come Cristina Manasse, avvocato esperta in proprietà intellettuale e diritto dell’arte, e Joe Baio, collezionista e avvocato a New York che commenteranno alcuni casi famosi relativi all’uso ed indebita appropriazione di immagini, nonché la rilevanza di selfies, social networks e privacy sul mondo delle immagini fotografiche.

Folco Quilici, Favignana, una delle ultime grandi tonnare alle Isole Egadi, 1971, stampa moderna a colori eseguita in analogico con inter-negativo chimico, da diapositiva originale dell'artista, cm 40x40, ed. aperta, courtesy Folco Quilici © Fratelli Alinari

Folco Quilici, Favignana, una delle ultime grandi tonnare alle Isole Egadi, 1971, stampa moderna a colori eseguita in analogico con inter-negativo chimico, da diapositiva originale dell’artista, cm 40×40, ed. aperta, courtesy Folco Quilici © Fratelli Alinari

Saranno inoltre presenti due approfondimenti con una mostra dedicata al prezioso archivio fotografico di Giuseppe Pellizza da Volpedo ed un’altra rivolta al libro d’artista. La prima fa parte di un’edizione speciale del Premio Archivi che ha l’obiettivo di portare alla luce opere realizzate nel passato, supportato da Eberhard & Co. e Io Donna che ospita la mostra Tempo ritrovato – Fotografie da non perdere. Il Quarto Stato e il territorio di Volpedo nelle fotografie del fondo Giuseppe Pellizza”, a cura di Daniela Giordi, con opere di un ricco nucleo di stampe fotografiche originali provenienti dall’archivio dell’artista. Proprio in occasione di Expo, Eberhard & Co. e Io Donna vogliono infatti celebrare una delle opere identificate come iconiche da Expo 2015, il Quarto Stato, esposta al Museo del ‘900, rimandando cosi all’edizione MIA Fair 2016, il premio dedicato agli archivi degli anni Settanta.

Il fine di MIA fair è di evidenziare il ruolo trasversale che la fotografia e l’immagine in movimento hanno assunto tra i linguaggi espressivi dell’arte e del sistema dell’arte contemporanea.

Valentina Garola

MIA – Milan Image Art Fair
Sabato 11 Aprile: 11.00 – 21.00
Domenica 12 Aprile: 11.00 – 20.00
Lunedì 13 Aprile: 11.00 – 21.00
The Mall – Porta Nuova Varesine
Piazza Lina Bo Bardi, 1, Milano
Viale della Liberazione / ang. Via Galileo Galilei
Linea M3 fermata Repubblica


Potrebbe interessarti anche