News

Milano Moda Uomo, la prima bozza di calendario senza Cavalli

Martina D'Amelio
16 maggio 2016
Un’uscita della sfilata uomo autunno-inverno 2016/2017 di Roberto Cavalli.

Un’uscita della sfilata uomo autunno-inverno 2016/2017 di Roberto Cavalli.

La prossima edizione di Milano Moda Uomo si terrà dal 17 al 21 giugno: la bozza di calendario diramata dalla Camera della Moda ha tanti spazi bianchi (e qualche giovane new entry).

Un giorno in più rispetto alle ultime indiscrezioni – la serata inaugurale del 17 difatti sarà animata da Ports 1961 e dallo show di DSquared2 – compensato però dalla giornata di chiusura, che vede protagonista indiscusso Giorgio Armani (almeno per ora, l’unico a sfilare il 21 giugno).

Infatti, se badiamo alla quantità più che alla qualità, la settimana della moda maschile si concentra nei 3 giorni di sabato, domenica e lunedì, per un totale di 36 defilè. Aumenta quindi rispetto ai rumors il numero dei marchi a scendere in passerella, ma restano confermate le assenze di Ermenegildo Zegna, Corneliani, Calvin Klein, N°21, Lucio Vanotti, Costume National, Bottega Veneta, Antonio Marras e Brioni. In base all’agenda, anche Ermanno Scervino non sfilerà, mentre il fashion show di Christian Pellizzari è previsto nella mattinata di sabato.

Ma le sorprese non sono finite, perché stando alla bozza diramata dalla Cnmi anche Roberto Cavalli non scenderà sul catwalk, ripiegando su una presentazione. In compenso, saranno 3 i nuovi designer: l’italiana Sunnei, Moto Guo dalla Malesia e il cinese Jun Li, oltre a Boglioli, che stando alla bozza sfilerà il 20 giugno.

La Camera si è concentrata poi nell’organizzazione di due nuove iniziative: The Men’s Hub, un temporary showroom di marchi provenienti da ogni parte del globo, in collaborazione con Vogue Talents, e Crafting the Future of Fashion, un convegno internazionale dedicato ai temi caldi della moda che si terrà in chiusura il 21 giugno.

Insomma, a risollevare le sorti di questa edizione – oltre alla Camera – ci pensano i grandi nomi abitué, da Versace a Salvatore Ferragamo a Missoni, da Prada a Fendi a Re Giorgio, oltre a un alto numero di presentazioni, come ha rassicurato il presidente Carlo Capasa in una recente intervista rilasciata a Il Sole 24 Ore. Non resta che attendere il calendario completo e incrociare le dita per le sorti della prossima Milano Moda Uomo.


Potrebbe interessarti anche