A modo mio

Minestra Imperiale con lamelle di tartufo nero

Raffaella Mattioli
12 novembre 2015

image-10-11-15-01-54

Un piatto del cuore e della memoria, tramandatomi da mia nonna, di origine emiliana che amava cucinarlo per la famiglia spesso.
Una minestra leggera, ma incredibilmente saporita e profumata, che richiede poco tempo per la preparazione ma che grazie alle lamelle di tartufo nero diviene una vera prelibatezza.

Ingredienti per 4 persone:
1 litro e mezzo di brodo vegetale fatto con 2 carote,2 cipolle, 2 gambi di sedano, 2 patate medie.
Per la pasta :
6 cucchiai di semolino;
5 uova
70 gr. di parmigiano grattugiato
40 gr. di burro fuso
Scorza di 1 limone
Noce moscata, sale e pepe q.b.
Lamelle di tartufo nero.

Tempo di preparazione: 40 minuti circa

Procedimento:
Una volta preparate il brodo, sbattete in una ciotola le uova con il sale, il pepe, la noce moscata e la scorza grattugiata di un limone. Aggiungete al composto il semolino ed il parmigiano grattugiato, continuando a sbattere versate il burro fuso.
Rovesciatelo quindi in una teglia ricoperta di carta da forno, affinché risulti alto circa un dito, ed infornate a 160° per circa 20 minuti.
Una volta pronto, fate raffreddare e quindi tagliate in piccolissimi dadini da posizionare in ciascun piatto e dunque ricoprirli con il brodo.
Decorate la portata con le profumate lamelle di tartufo nero.

Vino consigliato:
Restiamo nel territorio emiliano con un buonissimo Sangiovese Superiore, Riserva Avi di San Patrignano, dal colore rosso rubino, con sentori di ribes nero e spezie, il cui gusto è sapido e pieno.


Potrebbe interessarti anche