Advertisement
Lifestyle

Minimal Chic da Le 404 e Andy Wahloo

staff
18 novembre 2011


Parigi stupisce sempre. Piena di ristoranti, musei e locali… lo scenario mondano è a dir poco illimitato. Tra tutte le strade e i vicoli che si intrecciano su entrambi lati della Senna, una strada in particolare va assolutamente menzionata: Rue des Gravilliers, nel terzo Arrondissement, é una strada abbastanza stretta da impedire il passaggio alle macchine, ma perfetta per chi vuole prendere una boccata d’aria fuori da uno dei tanti ristoranti che la animano.
Lunga poco più di 200 metri, Rue des Gravilliers ospita molte trattorie cinesi e negozietti singolari. Tuttavia, l’attrazione più grande é sicuramente “Le 404”, famosissimo ristorante marocchino, e “Andy Wahloo”, lounge bar sul lato esterno e grazioso ristorante (chiamato “Derriere”) all’interno, sul retro di una casa. Tutti e tre i posti fanno parte del gruppo Momo, proprietario dell’altrettanto conosciuto “Momo’s” di Londra.
Sia “Le 404” che “Andy Wahloo” sono due posti eccelsi. I cous cous di 404 sono abbondanti e il locale é molto suggestivo, con quel tocco tipicamente marocchino che ci trasporta a Marrakech, mentre invece siamo ancora a Parigi. La clientela é variata, e il menu é conciso ma soddisfacente. La tajine, prelibatezza marocchina, é di dimensioni normali e ,per fortuna, non enorme come spesso accade in altri ristoranti. Inoltre “Le 404” dispone di un cortile sul retro, condiviso con “Andy Wahloo”, dove é possibile sorseggiare un ottimo té nell’attesa del proprio tavolo. Il ristorante, essendo molto piccolo, impone la prenotazione e le tavolate lunghe rendono i pasti un piacevole momento di condivisione tra sconosciuti.
“Andy Wahloo & Derriere” offrono invece un’ esperienza un po’ diversa: come ho già detto, il ristorante si trova sul retro di una casa, dove ogni camera é stata decorata in modo kitsch e adibita a sala ristorante. Il risultato é un insieme di tavoli grandi e piccoli sparsi e disordinati sui vari piani; anche qua, gli spazi tutto sommato ristretti danno l’occasione agli ospiti di conoscersi con facilità.
La parte bar sulla strada é invece decorata in stile “Andy Warhol”: il muro esterno é ricoperto di vasi e lattine, e il pavimento é costituito da luci fluo. Un DJ nell’angolo suona i pezzi minimal più cool del momento (il repertorio musicale é senza dubbio uno dei migliori che ho sentito a Parigi finora, da Gui Boratto a Paul Kalkbrenner) e i barman preparano un mojito squisito.
Per un sabato sera fuori dalla norma, cena da 404 e drinks da Andy Wahloo – non sembrerà neanche di essere a Parigi.

Ilaria Maria Sofia Gilardini

Le 404 and Andy Wahloo & Derriere , 69 Rue des Gravilliers, 75003


Potrebbe interessarti anche