MISSION, il primo reality show umanitario. Forse anche Elisabetta Canalis nel cast!

Rosa Vittoria
25 giugno 2013

Dopo averne sentito parlare più volte, anche per i problemi che avevano incontrato Barbara De Rossi e Michele Cocuzza nella puntata pilota in Congo, è finalmente confermato nel palinsesto Rai autunnale   “Mission”, il primo reality show solidale.

Il format sembra sia stato fortemente voluto dal Direttore Rai 1 Giancarlo Leone – lo stesso che aveva inserito Pechino Express e che ha detto no a Miss Italia – come esempio di una televisione particolarmente attenta alla qualità ed al linguaggio. Grazie alla collaborazione del Unhcr (Agenzia Onu per i rifugiati), 8 personaggi opereranno in territori afflitti da grandi necessità umanitarie come il Libano, Nigeria e Haiti per portare a compimento una attività di volontariato e  vivendo per 15 giorni in un campo profughi. Alla conduzione di questa nuova avventura, il garbo di Marco Liorni. Su Twitter, invece, l’agente Lucio Presta lascia intendere  in un cinguettio con Elisabetta Canalis  che quest’ultima sarà nel cast.

Affascina lo spirito nobile – anche se con qualche perplessità – che sembra ispirare Mission. Non abbiamo ancora tutti i dettagli ma possiamo di certo prevedere che, per fortuna, non ci saranno vip lasciati a vegetare su un’isola con l’unica preoccupazione di evitare mosquitos e resistere ai morsi della fame o “non famosi” blindati in una casa e amabilmente impegnati h24 al giorno in turpiloqui o confronti su inezie di ogni sorta.

E non importerà se hanno talento nella loro professione; senza retorica, immaginiamo che solo l’impegno sociale e lo slancio altruistico faranno la differenza!  O, almeno, ci piace pensare così.

Rosa Vittoria