News

Miuccia Prada lascia la Presidenza del gruppo

Alberto Corrado
22 febbraio 2014

Miuccia Prada, Patrizio Bertelli

Miuccia Prada lascia la presidenza del gruppo per diventare co-ceo al fianco del marito, Patrizio Bertelli, dedicando il suo tempo a guidare lo sviluppo del gruppo, principalmente nel creative design e nelle attività di comunicazione dei brand.
L’obiettivo è di replicare i numeri del 2013, chiuso con ricavi in aumento del 9% a 3,6 miliardi di euro.

Il ruolo di presidente passerà a Carlo Mazzi, attuale vicepresidente, con efficacia immediata.

Il cambio di ruolo di Miuccia Prada è una naturale estensione di quello che lei ha già ricoperto nello sviluppo del gruppo e porterà benefici alla crescita a lungo termine del gruppo stesso e al suo progresso. Ma è anche una scelta che a suo modo conferma come, anche all’interno di grandi gruppi, i ruoli dirigenziali non siano più geometricamente definiti: ne è un esempio la recente nomina di Christopher Bailey, già designer di Burberry, a ceo del marchio britannico, dopo l’uscita di scena di Angela Ahrendts, analoga a quella di Elie Tahari, mentre Giorgio Armani e Ralph Lauren sono due esempi «classici» della perfetta identità fra fondatore, designer e ceo di un’azienda.

Alberto Corrado


Potrebbe interessarti anche