Design

Moleskine Cafè: nuova apertura a Milano

Davide Chiesa
26 luglio 2016

moleskine1

Ha aperto ieri in corso Garibaldi 65 a Milano il primo caffè Moleskine. Un po’ caffè letterario, un po’ galleria d’arte, un po’ negozio e un po’ libreria, è stato concepito come un posto dove lavorare o rilassarsi, scrivere o partecipare a presentazioni di libri, incontrare gli amici o semplicemente socializzare con altri clienti.

moleskine2

Il mondo Moleskine accoglie le persone fin da subito, all’ingresso, con le sue linee pulite ed essenziali, la sua gamma cromatica dai toni neutri. Al piano terra un grande tavolo comune favorisce il dialogo tra i presenti, mentre per chi cerca più intimità, ci sono tavolini più piccoli nella zona bar e nella zona sofà del mezzanino.

moleskine3

L’idea del Moleskine Cafè affonda le sue radici nel passato, in quei caffè letterari che nei secoli scorsi, nelle maggiori città d’Europa, sono sempre stati luoghi di dibattito, politica, creatività. Il Moleskine Cafè non si configura però solo come luogo culturale, ma rivela anche un’anima commerciale: oltre ai famosissimi taccuini che, lo ricordiamo, devono la loro storia a personaggi come Wilde, Van Gogh, Picasso, Chatwin ed Hemingway, è possibile anche acquistare il nuovo caffè in grani a marchio Moleskine.

moleskine4

Il pianterreno presenta inoltre un’area dedicata a mostre temporanee di artisti in linea con la filosofia Moleskine: schizzi, appunti e concept di architetti, designer, illustratori affermati o emergenti, che saranno il punto di partenza dei processi creativi, proprio come le pagine di un taccuino.

moleskine5

A partire da oggi quindi, Milano si afferma sempre di più come capitale culturale, riscoprendo un legame col passato, e proiettandosi nel futuro per mezzo di luoghi dedicati alla vita artistica.

 

www.davidechiesa.com

Foto credits: Michele Morosi