Lifestyle 2

Premio de la Culture Arts Patronage: 25 anni per l’arte a firma Montblanc

Martina D'Amelio
29 aprile 2016
Da sinistra Jérôme Lambert, Giorgio Marconi, Till Fellrath e Sam Bardaouil all’evento di premiazione a Venezia

Da sinistra Jérôme Lambert, Giorgio Marconi, Till Fellrath e Sam Bardaouil all’evento di premiazione a Venezia

Montblanc festeggia i 25 anni dell’esclusivo Premio Montblanc de la Culture Arts Patronage: al vincitore una stilografica in edizione limitata, un finanziamento a favore della sua opera e un gran gala dedicato in uno dei luoghi più suggestivi d’Italia.

Venezia, Palazzo Venier dei Leoni, vista sul Canal Grande: si tratta della residenza del XVIII secolo in cui ha abitato la mecenate Peggy Guggenheim, oggi sede della sua importante collezione di arte moderna. È questa la cornice scelta dalla Fondazione Culturale Montblanc per il cocktail party dedicato allo speciale compleanno del proprio premio itinerante all’arte e alla cultura, istituito nel 1992 e dedicato ai grandi mecenati, celebrato in ben 16 Paesi nel mondo (Cina, Francia, Germania, Hong Kong, Italia, Giappone, Korea, Messico, Russia, Spagna, Svizzera, Regno Unito, Stati Uniti, Brasile, Colombia e Grecia).

Siamo entusiasti di poter festeggiare il primo dei premi qui a Venezia, essendo una città simbolo per la cultura e l’architettura, con una fiorente comunità artistica da molti secoli” ha affermato il ceo di Montblanc Jérôme Lambert. Poprio quest’ultimo, insieme ai nuovi co-presidenti della Fondazione Culturale Montblanc, Till Fellrath e Sam Bardaouil, ha proclamato vincitore dell’edizione italiana 2016 del Premio Giorgio Marconi, il filantropo a capo della Fondazione Marconi di Arte Moderna e Contemporanea, un’istituzione no-profit per la diffusione e la promozione della cultura.

Selezionato da una giuria internazionale di influencers e menti creative del settore, Marconi per il suo impegno artistico ha ricevuto la Patron of Art Peggy Guggenheim, la stilografica in limited edition creata appositamente per la 25esima edizione, oltre a un finanziamento di 15.000 euro a sostegno di un progetto a scelta nell’ambito della propria Fondazione.

  • La Montblanc Patron of Art Peggy Guggenheim Limited Edition 81 è un tributo agli anni dell’artista in Europa; ispirata all’art déco, è realizzata in oro massiccio 750 e presenta dettagli in vetro veneziano e marmo bianco

  • L’arte promossa da Peggy Guggenheim ispira la Montblanc Patron of Art Peggy Guggenheim Limited Edition 888, dal disegno geometrico e dettagli in oro rosso e rutenio, impreziosita da granati e cristalli incastonati

  • La Montblanc Patron of Art Peggy Guggenheim Limited Edition 4810 unisce la lacca nera e le finiture platino alla tradizionale resina black & white

Applaudito da oltre 130 ospiti del calibro di Chloe Delevingne e Amber Le Bon nel corso dell’evento e della cena seguente a Palazzo Polignac, Giorgio Marconi si unisce alla lista degli influenti mecenati che hanno ricevuto il Montblanc de la Culture Arts Patronage Award in passato, tra cui spiccano i nomi di Sua Altezza Reale il Principe di Galles, la regina Sofia di Spagna, Yoko Ono, Quincy Jones e, in ambito italiano, Renzo Piano e Umberta Gnutti Beretta.

Ma se la promozione della cultura in senso lato si rivela grazie al Premio come uno dei valori fondanti di Montblanc, l’arte della scrittura per il marchio di penne più celebre al mondo resta un caposaldo: non è un caso infatti che il brand abbia voluto intrattenere i propri invitati con una mostra speciale di strumenti in edizione limitata dedicati a Peggy Guggenheim, la collezione Patron of Art Edition, oltre a una rassegna delle penne create appositamente in occasione delle 25 edizioni del Premio, ognuna per un grande mecenate dell’arte.

Chiusa l’edizione italiana del Premio de la Culture Arts Patronage, la Fondazione Montblanc è già pronta a partire per la prossima tappa, che si terrà in Spagna il 12 maggio.


Potrebbe interessarti anche