Design

Moooi: il design neobarocco

Davide Chiesa
30 dicembre 2014

moooi1

Accade spesso che all’interno di un’attività progettuale molto intensa, si percepisca la necessità di tradurre le istanze teoriche in una realtà produttiva. Nel passato e nel presente sono molti gli esempi di designers che hanno fondato imprese attraverso le quali poter esprimere le loro filosofie progettuali: si pensi a Denis Santachiara e alla sua Domodinamica, o all’influenza di Ettore Sottsass nella produzione di Abet Laminati, o ancora all’esperienza di Antonia Astori nel catalogo Driade.

E anche il caso di Moooi, azienda fondata dal designer olandese Marcel Wanders, apprezzato per la sua ricerca stilistica volta ad esaltare motivi decorativi formali ed oggetti senza tempo che possiedono l’unicità e il carattere di antiquariato combinati con la freschezza dei tempi moderni.

moooi2

Moooi rappresenta per Wanders un campo di sperimentazione per una serie molto varia di linguaggi espressivi; il catalogo infatti si compone di esperienze diversificate di un’avanguardia progettuale nordeuropea di stampo decisamente formale più che funzionale e il fondatore del movimento neobarocco raggruppa attorno a sé esperienze eterogenee come quelle di Front, Stefano Giovannoni, Berjan Pot, Ron Gilad, e molti altri designer che hanno fatto della decorazione e dell’utilizzo degli elementi visivi la loro filosofia di progetto.

Mooi è la parola olandese che significa “bellezza” e la terza O rafforza ed esalta il concetto principale, infatti lo stile della collezione è esclusivo, audace, giocoso, squisito e basato sulla convinzione che il design sia una questione di amore.

moooi3

Con questo catalogo unico e iconico composto da oggetti di illuminazione, mobili e accessori, che sono pensati per l’arredamento d’interni quotidiano, Moooi crea ambienti decorati con una varietà d’ispirazione di modelli e colori che possa essere accolta da qualsiasi tipo di spazio, privato o pubblico.

È curioso notare inoltre come nella sede centrale di Amsterdam gli spazi dedicati all’attività professionale dello studio di progettazione e dell’azienda siano assolutamente contigui alla Show Room situata al piano terra, disposti in una specie di Moooi building a tre piani. Questa contiguità dei processi progettuali, produttivi e comunicativi fa sì che il mondo Moooi venga percepito come una singola unità, una cellula di design puro all’interno del tessuto urbano e culturale da cui è scaturita.

Davide Chiesa
www.davidechiesa.com