Advertisement
Moto

385 km/h per la Kawasaki Ninja H2R: un fulmine a ciel sereno

Francesco Costa
29 aprile 2016

copertina

“Built Beyond Belief”, in altre parole “costruita oltre ogni immaginazione”, è lo slogan con il quale Kawasaki racconta la sua Ninja H2R. Si tratta di una moto davvero unica, che si discosta parecchio dai canoni estetici e ingegneristici della gran parte delle moto in circolazione.

È una moto “estrema” in tutto: nelle linee, che la fanno sembrare uscita da un manga giapponese d’impronta cyberpunk, nel motore, un 4 cilindri 998 CC turbo che frulla fino a 14.000 giri, nelle prestazioni, e infatti vanta una potenza che sfonda i 300 CV con una coppia di oltre 160 Nm. I valori sono pari a quelli di una MotoGP, se non addirittura superiori.
È spiazzante anche la scelta dell’elettronica, naturalmente presente, ma molto semplice e poco invasiva: solo quanto basta per aiutare il pilota a non “decollare”.

La posizione di guida è stata pensata per la guida ad alta velocità e in circuito. Per contribuire al sostegno del pilota nelle intense accelerazioni, sono state fissate sul retro della sella due imbottiture a supporto delle anche. I supporti sono inoltre arretrabili di 15 mm, per adattarsi alla taglia del pilota.
L’adozione di un forcellone monobraccio consente una posizione dell’impianto di scarico quanto più centrale possibile, per assicurare un elevato angolo di piega.
Bello anche l’impianto di scarico, che è completamente in titanio ed ha una configurazione molto semplice, composta dai collettori e un tubo di giunzione a un silenziatore rettilineo di tipo a megafono.

telaio

La vernice cromata, rifinita a specchio e molto riflettente, contribuisce a rendere il design unico ed eccezionale. È la prima volta che viene usata una vernice di questo tipo su una moto di serie.
Questa moto, top di gamma, sembra avere un unico obiettivo: essere il mezzo meccanico a due ruote di serie più veloce al mondo. E in rete non mancano i filmati, dove la Ninja H2R, in gare di accelerazione, lascia al palo quasi tutte le supercar in questo momento in circolazione, Bugatti Veyron compresa.

maxresdefault [504411]

L’ultimo record la vede sul circuito giapponese di Jari, dove il “missile Kawasaki” è riuscito a toccare la stratosferica velocità di 385 km/h. Un tale risultato non solo costituisce un nuovo record mondiale di velocità per una moto stradale, ma supera anche quello stabilito dalla MotoGP, realizzato da Marc Marquez sul circuito di Losail lo scorso anno, quando superò di poco i 350 km/h.
Il pilota locale Ryuji Tsuruta, autore del record, si è detto convinto che, con un rettilineo più lungo, la velocità sarebbe stata sicuramente superiore.
La sfida ai 400 km/h è lanciata!


Potrebbe interessarti anche