Expo 2015

National Day, i capi di Stato in visita ad Expo

Marco Maria Medardo Marcucci
22 giugno 2015

ALI_3322

Non soltanto celebrazioni culturali e gastronomiche bensì anche vero e proprio spirito patriottico. Nei giorni scorsi infatti ad Expo hanno avuto luogo diversi “National Day”, cosi sono stati chiamati, delle giornate dedicate all’insegna delle celebrazioni di ogni singolo paese. Tutto questo infarcito dalla solenne presenza delle più alte cariche di Stato, italiano e non. E se la notizia che fa più scalpore è stata l’arrivo della first lady Michelle Obama, gli ospiti illustri non finiscono qui.

Rajoy

“Expo Milano 2015 è un successo” così ha esordito il Primo Ministro del Governo di Madrid in visita al sito accompagnato dal nostro Ministro dell’Interno, Angelino Alfano che in qualità di vate conduce il premier iberico alla firma del libro d’onore all’interno del Palazzo Italia, tappa obbligata per ogni capo di stato in visita ad Expo. In seguito Mariano Rajoy si è soffermato a cena nel padiglione di casa dove la stellatissima chef Ruscalleda ha strabiliato il pubblico con peculiarità culinarie.

ALI_3521

Sempre di lingua spagnola ma decisamente dall’altra parte del mondo, la settimana scorsa ha visto anche lo svolgimento del National Day della Repubblica dell’Ecuador. Un inizio molto militaristico con l’alzabandiera di rito e a seguire un’intonazione all’unisono, dove anche i presenti hanno preso parte, dell’inno nazionale. “L’Ecuador è un territorio piccolo dove riuniamo le meraviglie della geografia di tutto il mondo” sono le parole del presidente dell’Ecuador Rafael Correa, che sanciscono l’inizio di giornata. Un piccolo stato dell’America del Sud che, anche a cause della violenta crisi che ha colpito il paese nel 1999, ha visto la propria popolazione emigrare verso altri lidi, Italia inclusa dove ad oggi vivono più di 100.000 ecuadoregni.

ALI_6184

Tornando sul versante Europeo, anche la Repubblica d’Irlanda ha dato il via alla propria giornata con, anche qui, la presenza delle più alte cariche statali. Michael D. Higgins, attuale capo di stato irlandese, rimarca la lunga amicizia, più che altro culturale, tra Italia e Irlanda con un simpatico riferimento a James Joyce che riconobbe Trieste come sua seconda casa. Aspetto importante da condividere è il nuovissimo programma di agricoltura sostenibile Origin Green, che mira alla drastica diminuzione della fame nel mondo.

Detto questo, auguriamo un felice National Day ad ogni paese presente ad Expo, e vista la presenza di oltre 190 paesi, le celebrazioni di certo non finiscono qua.


Potrebbe interessarti anche