Arte

New York New York a Milano: dall’Italia all’America e ritorno

Elisa Monetti
22 aprile 2017

A Milano, l’atmosfera dell’arte italiana ma dal gusto tutto americano. La mostra New York New York Arte Italiana: la riscoperta dell’America, visitabile fino al 17 settembre, punta proprio a far riscoprire un’Italia alle prese con i primi sapori incontrati oltreoceano.

Il percorso si divide tra due prestigiosissime sedi: il Museo del Novecento e le Gallerie d’Italia, grazie ad una partnership di altissimo profilo.

Non è certo un mistero la curiosità degli italiani nello scoprire il nuovo mondo, una “debolezza” – se così la si può chiamare – che comincia con Cristoforo Colombo e non si arresta ancora oggi. Negli anni i nostri avventurosi viaggiatori sono stati eccellenti saggiatori, oltre che scopritori, delle terre oltreoceano: abbiamo importato, nel corso dei secoli, dai pomodori alla pop art. Ma, come il pomodoro è stato accolto, amato e trasformato in elemento fondante della nostra italianissima pizza margherita, così la pop art, e moltissimi altri gusti artistici del Novecento, sono stati assimilati, meditati e restituiti in un modo totalmente nuovo, capace di creare qualcosa di totalmente inedito, personale e squisito – esattamente come la pizza.

  • Pomodoro – In memory of J.K.Kennedy

  • Depero – Grattacieli e Tunnel

  • Festa – Cielo New Yorkese

  • Isgrò-Poesia Jacqueline

  • Mulas – New York 346 347

  • Mulas – Warhol Malanga Fagan

  • Novelli – New York notes II

La mostra, che raccoglie un patrimonio che va oltre 150 opere, comincia al Museo del Novecento, con gli anni Venti e il biennio americano di Fortunato Depero, procedendo poi col racconto del rapporto sempre più stretto e affettuoso che gli artisti del Balpaese hanno avuto con l’America in generale e la città di New York in particolare. Narratori di questa fase sono De Chirico, Rotella, Pomodoro e Isgrò.

A fare da cerniera tra le due sedi, un’immersione, ancora nel Museo del Novecento, dentro ad Ugo Mulas e al suo New York: arte e persone, volume interamente dedicato a documentare il lavoro di artisti contemporanei dell’America degli anni Sessanta; tra i tanti scatti, alcuni ritratti di Rauschenberg, Duchamp e Warhol.

  • Burri – Sabbia

  • Balla – Bambina che corre sul balcone

  • Capogrossi – Superficie 154

  • Dorazio – Crack bleu

  • Novelli – Per ricordare la vita

È invece dalla mostra XX Century Italian Art del MoMa del 1949 che vengono scelti i primi capolavori esposti in Gallerie d’Italia, una mostra che non solo ha avuto il pregio di far conoscere le tele nostrane oltreoceano, ma che ha anche dato loro il lancio verso un’universale notorietà; tra questi capoclasse contiamo, tra gli altri, Boccioni, Carrà, Balla e Morandi. Seguono altri autori, volti dell’Italia di anni Cinquanta e Sessanta, come Burri, Capogrossi, Pistoletto, Schifano e Fontana. Affinché non si tratti solo di monologo, bensì di dialogo, come in effetti è stato, la mostra espone anche alcune opere di artisti americani tra cui Calder, De Kooning e Franz Kline.

Un percorso miscellaneo tutto da scoprire, per nomi e per stili, assolutamente imperdibile.

 

New York New York
13 aprile 2017 – 17 settembre 2017
Museo del Novecento, Via Marconi 1, Milano
Gallerie d’Italia, Piazza della Scala 6, Milano
Orari:
Museo del Novecento: lunedì 14:30 – 19:30; martedì / mercoledì / venerdì / domenica 9:30 – 19:30; giovedì / sabato 9:30 – 22:30
Gallerie d’Italia: martedì / mercoledì / venerdì / sabato / domenica 9:30 – 19:30; giovedì 9:30 – 22:30


Potrebbe interessarti anche