Advertisement
Gossip

Nicole Minetti: con la politica ho chiuso e forse anche con l’Italia

staff
30 aprile 2013

“Non è un bel periodo. Per fortuna ho la mia famiglia accanto. Mio padre Antonio è quello a cui mi sorregge quando impazzisco, mia sorella Angelica la mia confidente. La politica? Solo a pensarci mi viene il vomito. Nell’ultimo periodo per me era diventato un massacro quotidiano. Arrivavo in aula e dicevo a me stessa: ‘Vediamo oggi che cosa mi succederà?’. Ogni mia azione, anche la più stupida, suscitava una reazione. Reazione quasi sempre negativa, che ha scatenato una sorta di odio sociale nei miei confronti, almeno da parte di alcuni”. Sono parole di Nicole Minetti, l’ex consigliere regionale della Lombardia, in un’intervista a tutto campo che appare sul numero di “Chi” in edicola domani, martedì 30 aprile.

“Ho 28 anni e vedo la mia vita rovinata – confida – la mattina mi sveglio e non so che cosa fare. Mi manca avere la testa occupata, mi manca il fatto di potere lavorare. Per questo potrei tornare a fare l’igienista dentale”. Del processo che l’attende, in cui è accusata di favoreggiamento della prostituzione, non ha paura. “Se la legge è uguale per tutti, io verrò assolta”, dice. Quanto al futuro, confessa di darsi “tempo fino a settembre, poi potrei pensare davvero di lasciare l’Italia per sempre”. Di Fabrizio Corona, con cui ha avuto un flirt la scorsa estate, afferma che si è trattato di un “sogno di una notte di mezza estate. La ‘motorata’ in giro con Corona mi mancava, dovevo farmela e comunque a lui voglio un bene che non si spegnerà”.

Infine Nicole non nasconde di essersi sottoposta a interventi di chirurgia estetica. “Ammetto di avere fatto qualche ritocco. Non sono come le mie colleghe politiche o dello spettacolo, che dicono: ‘Io sono come mamma mi ha fatto’. Tanto tra noi rifatte ci riconosciamo tutte. E quando la gente per strada mi urla ‘a rifattona!’, io sorrido”.

Fonte: LaPresse


Potrebbe interessarti anche