No smoking please

staff
10 novembre 2011


Tempo fa era permesso fumare ovunque; oggi, per fortuna, una legge lo vieta.
Niente fumo: nei cinema, nei bar, sui mezzi pubblici e nei ristoranti. Coloro che fumano devono accettare delle precise regole, che limitano la loro libertà in determinati spazi, ma che sono di fondamentale importanza per il rispetto di coloro che non possiedono tale vizio. Esistono alcune buone norme comportamentali che i fumatori dovrebbero rispettare.
E’ assolutamente vietato fumare alla presenza di bambini, donne incinte e anche dei nostri amici animali: è un diritto sacrosanto respirare aria non viziata e inoltre, come recitano i moniti sui pacchetti, “fumare arreca seri danni alla salute vostra e di chi vi circonda”. Detto questo, chi coltiva qualche vizio ma rispetta le regole non deve affatto essere perseguitato; in alcuni locali, ad esempio, è permesso fumare.
Se siete ospiti di amici, prima di accendere la sigaretta chiedete il permesso ai padroni di casa; poi ricordatevi che in quasi tutte le case esiste un balcone, luogo ideale per il fumo. Eviterete così di dare fastidio agli altri ospiti, qualora ci fossero.
Non c’è cosa più sgradevole del fumare in faccia agli interlocutori; se vi dovesse accidentalmente capitare, chiedete immediatamente scusa e spegnete la vostra sigaretta all’istante.
E’ buona regola del fumatore avere sempre con sé un portacenere tascabile, non si spengono i mozziconi per terra, nei portavasi, nei portaombrelli o ancor peggio nei bicchieri e nei piatti!
Quanto detto vale anche per chi fuma il sigaro e la pipa.
Dunque, cercate di essere educati e rispettosi, sia negli spazi privati che nei luoghi pubblici: per non dover rinunciare ai propri piaceri bisogna ricordarsi sempre della presenza (e della salute) degli altri.

 

Eleonora Miucci
Il Galateo di Madame Eleonora