Advertisement
A modo mio

Non è un vitello tonnato: petto di tacchino “sardato”

Raffaella Mattioli
20 luglio 2017

Credo di essere una delle poche persone a cui non piace il vitello tonnato: non mi piace la carne che deve essere cotta a lungo, né la salsa, decisamente troppo “pesante”, e poi è un piatto che richiede davvero molto tempo. Ecco quindi l’idea di ritrovare gli stessi sapori, ma in una preparazione facile, veloce e leggera! Pronti per il tacchino “sardato”?

Ingredienti per 3 persone:
200 filetti di sarde sott’olio
100 gr. di capperi
Il succo di mezzo limone
1 uovo sodo
Pepe nero
150 gr. di petto di tacchino arrosto affettato
Cuore di lattuga

Procedimento:
Scolate i filetti di sarde dall’olio e sciacquate abbondantemente i capperi; frullate entrambi insieme all’uovo sodo, aggiungete il succo di mezzo limone ed aggiustate il sapore con una macinata di pepe nero.
Tagliate ogni fetta di petto di tacchino a metà, ponete al centro di ciascuna un cucchiaino di purea di sarde e chiudete le fette di tacchino. Infine avvolgetele in una foglia tenera di cuore di lattuga.
Da mangiare in un solo boccone!

Vino consigliato:
Un vino bianco che amo molto, l’Erbaluce di Caluso Fiordighiaccio della Cooperativa produttori di Erbaluce di Caluso, dai sentori di frutta esotica e fiori di campo di grande armonia.


Potrebbe interessarti anche