Destinazioni

Non solo eventi. L’altro Fuorisalone con tutti gli indirizzi

Federico Sigali
16 aprile 2016

home

I Milanesi da alcuni giorni stanno facendo i conti con la famosa settimana del Salone del Mobile. Se da un lato questo evento di enorme risonanza internazionale porta in città una grande linfa vitale, dall’altro per i milanesi la vita si complica: un traffico a dir poco indiano, fiumi di persone per le strade, full-booking praticamente ovunque, taxi introvabili e tanta voglia di tornare alla tranquilla consueta vita milanese.

C’è anche chi però aspetta l’arrivo di questa settimana tutto l’anno. Perché la Milano Design Week va ben oltre lo scrocco-aperitivo al quale da molti è associata. È una piattaforma di confronto internazionale su temi del design che nel mondo, ad oggi, non ha concorrenti. Una delle poche, vere, eccellenze italiane, che porta al nostro bel paese, e a Milano in primis, un giro d’affari assolutamente non trascurabile (il solo Fuorisalone fa girare circa 250 milioni di euro!). E chi sa ben guardare oltre la flûte di champagne offerta ai vari vernissage, riuscirà facilmente a scorgere la grandezza di questo evento di cui noi italiani, e soprattutto milanesi, dovremmo andare molto fieri.

Le zone in cui si concentrano le esposizioni del Fuorisalone sono principalmente ristrette al centro di Milano, in particolare le zone di Brera e delle Cinque Vie, oltre alle aree di via Savona e via Tortona. Per chi dopo tutto decidesse di trascorrere un fine settimana di full immersion nel mondo del design, tra le varie esposizioni dislocate in città, ecco alcuni consigli sui posti – hotel, locali e ristoranti – da non perdere nelle varie zone calde (oltre agli appuntamenti immancabili del Fuorisalone).

 

Senato Hotel Milano

Non ha bisogno di presentazioni la zona di Brera, piccolo e tranquillo quartiere nel cuore della città. Durante la Design Week tuttavia la zona può essere molto affollata, date le molte gallerie d’arte e negozi di design che aprono le porte per presentazioni o eventi. Una passeggiata tra le sue vie di ciottolato è comunque sempre piacevole, soprattutto se coronata da un rinfrescante gelato di Toldo (via Ponte Vetero 9), forse il più buono del centro. Per una cena con stile Sushi B. (via Fiori Chiari 1) offre ottima cucina giapponese in un ambiente di design molto lussuoso, con uno splendido dehors da godersi in questa stagione. Prima o dopo il sushi, passate a rifarvi gli occhi da Roberta e Basta, davanti al ristorante (via Fiori Chiari 2), per ammirare i bellissimi pezzi di modernariato in vendita. Per un drink dopocena ci si può spostare verso Piazza del Carmine dove sorseggiare qualcosa in uno dei vari bar della piazza (tra cui il Bar di Marc Jacobs) che guardano la bellissima Chiesa romanica di Santa Maria del Carmine. Per chi cercasse sistemazione in zona, il recentemente inaugurato Hotel Senato (via Senato 22) offre spaziose camere, arredo di design e un bar che sta diventando sempre di più uno dei the place to be di Milano – camera doppia da 185 euro a notte.

5 vie

 

La zona delle Cinque vie, cuore storico della Milano medievale e oggi design district meneghino per eccellenza, è il paradiso degli amanti dell’arte. Decine sono infatti le gallerie d’antiquariato della zona: da non perdere la galleria Neoclassica (via san Maurilio 20) dove le proprietarie Emma e Rossella propongono una selezione di pezzi d’altissimo antiquariato accostati a luci, arredi e dipinti contemporanei di grandi designer e artisti. Un angolo di vecchia Milano si trova poi alla Fettunta (via Santa Marta 19), storico bistrot che propone piatti tipici della cucina lombarda con un ottimo rapporto qualità prezzo. Per qualcosa di più movimentato si va invece al Tasca (Corso di Porta Ticinese 14), tapas bar di cucina spagnola con musica, dove si possono fare le ore piccole davanti a una sangria doc. Per alloggiare in zona è da considerare l’Hotel Spadari al Duomo (via Spadari 11), 4 stelle recentemente rinnovato in stile decò con ottimo servizio – camera doppia da 190 euro a notte.

 

Tortona Savona

Cuore pulsante della Design Week, le zone di via Savona e via Tortona accolgono il visitatore con molte proposte interessanti. Si può alloggiare al Nhow Milan (via Tortona 35), particolarissimo hotel visionario arredato con moltissime opere d’arte: camere molto grandi, centro fitness e pochi minuti a piedi dalla vivace zona dei Navigli – camera doppia da 85 euro a notte. Per un’ottima cena a base di pesce, Soho (via Tortona 12) difficilmente delude: ambiente in stile industriale ma molto curato, ingredienti freschissimi e un piacevole giardinetto che non guasta mai. Per bere qualcosa invece si va da Morna (via Tortona 21) dove ci si può gustare un buon gin tonic circondati da un ambiente molto caratteristico, con pannelli in legno scuro, aria da bistrot parigino ma sapore tutto milanese.


Potrebbe interessarti anche