Advertisement
Voli

Notte da incubo per i passeggeri del volo 206 dell’American Airlines

Francesco Alberico
25 gennaio 2016

americanAirlines

Notte da incubo per la principale compagnia aerea americana, American Airlines, dopo che questa notte uno dei suoi aeromobili ha dovuto compiere un atterraggio d’emergenza nell’aeroporto di St. John’s, in Canada, dopo essere finito in una violenta turbolenza che ha provocato diversi feriti a bordo. Il velivolo, un Boeing 767-300, schedulato come American Airlines 206, era partito da Miami ed era diretto a Milano Malpensa. Poco dopo aver intrapreso la traversata atlantica, a nord del Canada, l’aereo è entrato in una violentissima turbolenza che ha messo a dura prova la resistenza dell’aereo e la bravura dei piloti. Secondo le prime informazioni, a bordo ci sono stati diversi feriti: il comandante ha deciso di compiere un atterraggio d’emergenza all’aeroporto più vicino, quello di St. John’s, situato nell’estrema punta orientale della regione canadese. Secondo le prime notizie sarebbero rimaste ferite sette persone: tre membri dell’equipaggio e quattro passeggeri. Non si hanno notizie se tra i passeggeri feriti vi siano italiani. A bordo dell’aereo c’erano 192 passeggeri e 11 membri dell’equipaggio. La portavoce dell’aeroporto, Sara Norris, ha riferito che il comandante ha chiesto l’atterraggio d’emergenza a causa dei feriti a bordo dovuti ad una fortissima turbolenza. La portavoce non ha precisato, però, quante persone siano rimaste ferite. Subito dopo l’atterraggio, numerose ambulanze hanno caricato i feriti che sono stati trasportati all’ospedale cittadino. Il volo era atteso questa mattina alle 5.50 a Milano Malpensa. La compagnia aerea ha fatto sapere che l’aereo ripartirà stasera alle 23.30 e arriverà a Milano Malpensa domani mattina alle 6.


Potrebbe interessarti anche