Motori

Nuova Giulietta: stile rinnovato, nuove motorizzazioni, contenuti tecnologici

Cesare Lavia
31 ottobre 2013

01

In occasione del 65° Salone di Francoforte, Alfa Romeo ha presentato la versione aggiornata della sua fortunata creatura: Giulietta. É una berlina personale e grintosa, nata nel 2010, che ha già fatto storia: l’unica “anti-Golf” che ha saputo fare breccia nel cuore dei tedeschi (la Germania è infatti il nostro storico antagonista nel settore dell’automobile). Proprio qui la nota rivista di auto “AutoBild”, a conclusione di una prova-confronto tra Giulietta e Bmw Serie 1, ha scritto: “Dove hanno imparato gli italiani a fare un telaio così raffinato?”. Già, perché il comportamento dinamico della Giulietta è da primato. Proprio il piacere di guida ha permesso a questa vettura di inserirsi nella tradizione delle migliori Alfa Romeo, raccogliendone l’eredità in termini di performance, senza scendere a compromessi con l’efficienza e la comodità nell’uso quotidiano. Il segreto è la continua ricerca tecnologica: ne sono la prova l’architettura “Compact” realizzata con materiali ad alta resistenza, ma leggeri, lo sterzo attivo “Dual Pinion” e i sofisticati schemi delle sospensioni (di tipo Mc Pherson all’anteriore e Multilink evoluto al posteriore). Comfort e piacere di guida sono personalizzabili grazie al selettore “DNA”, un dispositivo che permette di modificare a piacimento il comportamento dell’auto in base ai differenti stili di guida o alle differenti condizioni della strada. Il dispositivo è di serie su tutta la gamma e interviene sui parametri di funzionamento di motore, cambio, sistema sterzante, differenziale elettronico Q2, sistema di controllo della stabilità.

02

All’esterno la nuova versione 2014 si fa notare per i nuovi segni della griglia anteriore e la cornice cromata dei fendinebbia. Si aggiungono tre nuovi colori (Perla Moonlight, Blu anodizzato e Bronzo) e tre nuovi cerchi in lega (da 16”, 17” e 18”). L’auto continua a piacere per la personalità grintosa e la spiccata eleganza delle forme. La nervatura della fiancata dona slancio, mentre le linee tese che chiudono sul posteriore, accentuano la forma “a cuneo” del corpo vettura.
All’interno spiccano invece nuovi pannelli e maniglie per le porte, un inedito inserto sul tunnel centrale e sulla plancia, e nuovi portaoggetti.

03

Rinnovati anche i sedili, ora più avvolgenti, e il volante, dal design sportivo, caratterizzato da un inserto in alluminio e dalla forma che rinvia a quella della calandra. Sulla plancia vampeggia poi un nuovo sistema Infotainment Uconnect, con touchscreen da 5”o 6,5” e con navigatore satellitare dotato di comandi vocali per la migliore gestione delle varie sorgenti e uscite multimediali.

04

Con la gamma 2014 debutta il nuovo 2.0 JTDM da 150 CV, dotato del sistema di iniezione Multijet di seconda generazione, che assicura una riduzione dei consumi e della rumorosità e va ad aggiungersi alla più risparmiosa 1.6 JTDM. Confermate tutte le altre motorizzazioni a benzina (1.4 Turbo da 105, 120, 170 CV) e Gpl (120 CV). Per i più esigenti, Alfa offre la corsaiola 1750 TBi Quadrifoglio Verde, un gioiellino da 235 CV e velocità massima di 242 Km/h (valori dichiarati dalla casa).
Alfa Giulietta, una “media” tutta da scoprire.

Cesare Lavia


Potrebbe interessarti anche