Moto

Nuova Honda Crosstourer 2016

Matteo Giovanni Monti
28 ottobre 2015

Honda-VFR1200X-Crosstourer-

L’autunno che stiamo trascorrendo è fitto di novità e anticipazioni nel mondo delle due ruote. Honda su tutte: la casa ha infatti ha ricreato e rivoluzionato il model year 2012 della Crosstourer. Quest’anno le ha dato un look degno di trasmettere e ispirare avventure e sfide, a partire dal nome: “Adventure Sports Tourer”.

Il motore è il V4 da 1.237cc, che deriva dal VFR1200F; con coppia eccezionale ed esemplare elasticità. Sembra proprio che non ci sia nulla di impossibile: nessun viaggio è troppo lungo o troppo impegnativo, nessuna strada o superficie è proibitiva. I valori di potenza e coppia sono al top della categoria, con 95 kW (129,2 CV) a 7.750 giri/min e 126 Nm a 6.500 giri/min. È infaticabile, dolce nell’uso quotidiano e grintosa quando serve, capace di percorrere migliaia di chilometri tutti d’un fiato lasciando al pilota solo un immenso piacere di guida. Presente l’omologazione Euro4.

image-27-10-15-21-59

Oltre al cambio con frizione multidisco in bagno d’olio, c’è anche la versione dotata di una grande novità: cambio sequenziale a doppia frizione DCT (Dual Clutch Transmission) con sensore di pendenza; la centralina di gestione è ora in grado di riconoscere la pendenza ed adattare i regimi di cambio marcia sia in salita che in discesa, fornendo così sempre la spinta più adeguata o il necessario freno motore.
Il sistema sfrutta due frizioni coassiali, una per le partenze, e quindi per la 1^, 3^ e 5^ marcia, l’altra per la 2^, 4^ e 6^ marcia. Preselezionando la marcia successiva tramite la frizione non in uso, il sistema è in grado di innestare elettronicamente e in modo istantaneo le marce, garantendo un cambio di rapporto sempre rapido, senza interruzione dell’erogazione. Questo esalta il piacere di guida perchè offre quattro modalità: D e tre livelli di S totalmente automatiche. Drive (D) è ideale per le andature turistiche, per i percorsi cittadini o le percorrenze autostradali, ed enfatizza inoltre l’efficienza nell’uso del carburante. S la modalità Sport (S) si articola su 3 livelli, ‘S1’, ‘S2’ ed ‘S3’, in ognuno dei quali, e in modo crescente, il motore sale maggiormente di giri prima di cambiare, e scala marcia con anticipo quando si rallenta, per un maggior freno motore. Queste qualità rendono la guida piacevolissima in ogni situazione, e particolarmente confortevole quando si viaggia con il passeggero.

image-27-10-15-21-59-2

Il telaio della Crosstourer è una struttura perimetrale in alluminio pressofuso a sezione alveolare. Quest’innovativa tecnica di costruzione permette di ottenere un controllo molto preciso sul bilanciamento tra peso e rigidità di ogni parte del telaio. Il risultato è una grande maneggevolezza con un rassicurante senso di stabilità a qualsiasi andatura. Sviluppate appositamente per questo modello sono le ruote a raggi tangenziali del Crosstourer; progettate per assorbire gli urti generati dalle strade più accidentate e dai percorsi fuoristrada. Pneumatici nelle misure 110/80-R19 all’anteriore e 150/70-R17 al posteriore fanno in modo da poter ottenere un’eccellente trazione in qualsiasi contesto, anche grazie all’accoppiamento con le sospensioni a lunga escursione e la rigida forcella telescopica rovesciata con steli da 43 mm di diametro, che garantisce un perfetto controllo, mentre il monoammortizzatore con architettura progressiva Pro-Link combina grande trazione con un ottimo assorbimento anche a pieno carico.
Come sempre non manca l’elettronica per una percorrenza sicura: di serie controllo di trazione a 3 livelli HSTC (Honda Selectable Torque Control) il Crosstourer è inoltre al top in termini di sicurezza attiva di guida, anche grazie al sistema di frenata combinata con antibloccaggio C-ABS. Questo combina l’azione sul pedale del freno posteriore all’attivazione di parte dell’impianto anteriore, per rendere stabile e sicura la frenata a qualsiasi andatura e in ogni condizione di aderenza. La modalità in uso è segnalata tramite indicatore digitale sul cruscotto e il sistema può come sempre essere facilmente disinserito tramite l’apposito tasto sul fianco del cupolino.

image-27-10-15-21-59-1

Piccole chicche per quanto riguarda il resto dell’elettronica di bordo: gli indicatori di direzione a disattivazione automatica sono del tipo intelligente, in quanto l’impulso di spegnimento viene inviato dalla centralina in base alle situazioni di guida. Di serie anche la presa a 12V da abbinare con adattatore usb per ricaricare il proprio smartphone o farsi guidare dal navigatore.

Comfort e riparo sono garantiti dal parabrezza regolabile: il meccanismo è semplice e di immediato utilizzo, basta una mano per spostare in su o in giù il plexiglas protettivo, anche indossando pesanti guanti invernali.
Per adesso l’unica ed esclusiva colorazione disponibile in Italia per il 2016 è il Candy Prominence Red a doppia tonalità, disponibile comunque anche per l’allestimento Travel Edition. Quest’ultimo, ha un surplus di accessori che arricchiscono il già completo equipaggiamento di serie: in particolare si ha in più top box (può contenere un casco integrale), valigie laterali da 35 litri (dx) e 39 litri (sx), cavalletto centrale, barre tubolari antiurto in alluminio e faretti fendinebbia a LED.


Potrebbe interessarti anche