Motori

Nuova Husqvarna TR 650

Giorgio Merlino
17 luglio 2012

Abbiamo tutti una personale predilezione verso una casa motociclistica e volendo essere del tutto sincero, Husqvarna Motorcycle non è tra le mie prime scelte per quanto concerne specifiche tecniche ed affidabilità. È invece il passato a legarmi inesorabilmente a questo marchio dalle radici scandinave, a causa della mia storica Husqvarna “sm125” che mi ha accompagnato durante gli anni d’oro del liceo.
Il brand di origine svedese, parte integrante del BMW Group dal 2007, può vantare ben 82 titoli mondiali nelle gare internazionali di off-road, in cui è da sempre specializzata, e grandi successi sportivi nelle gare stradali, motivo per cui è stato assolutamente naturale il passo verso  l’ampliamento dell’attuale gamma di modelli anche nel settore stradale.
Husqvarna cattura l’attenzione nel 2011 con il lancio della “Nuda 900” e, grazie agli ottimi riscontri, presenta ora i nuovi modelli “TR 650 Strada” e “TR 650 Terra”.
Con i due nuovi arrivati dalla struttura snella e il design essenziale, Husqvarna Motorcycle arricchisce la propria gamma di monocilindriche.
A livello tecnico la TR 650 Strada e la TR 650 Terra si basano sull’affidata tecnologia della 650 GS di BMW Motorrad, di cui abbiamo eseguito un test drive poche settimane fa. Per l’utilizzo nei due modelli Husqvarna il motore monocilindrico raffreddato ad acqua con due alberi a camme in testa e una cilindrata di 652 cm³ è stato sottoposto ad ampi interventi di modifica, così da aumentarne sensibilmente la performance. Adesso, il propulsore eroga 43 kW (58 CV) a 7 250 g/min e sviluppa una coppia massima di 60 Nm a 5 750 g/min. Il propulsore monocilindrico è stato sottoposto a una serie di modifiche, per garantire un utilizzo sportivo e dinamico. Oltre agli interventi di ottimizzazione, sono stati rivisitati il sistema elettronico d’iniezione di carburante e gli alberi a camme; è stato poi potenziato il rapporto geometrico di compressione, così da garantire una spinta particolarmente forte e un’elevata rapidità di risposta.
Entrambe le moto vantano una ciclistica agile, costruita in conformità a un telaio in travi di acciaio con telaietto posteriore e rinforzo inferiore avvitato al motore. La sospensione della ruota anteriore è realizzata come forcella telescopica a steli rovesciati dal diametro di 46 millimetri. La ruota posteriore è guidata da un forcellone a doppio braccio ad alta resistenza torsionale realizzato in profili pentagonali di acciaio e un monoammortizzatore centrale collegato attraverso un sistema di leveraggi. Per la guida su strade asfaltate l’Husqvarna TR 650 Strada è equipaggiata con ruote in lega di alluminio, mentre la TR 650 Terra affronta i propri impegni off-road con cerchi a raggi, anelli dei cerchi e mozzi in lega leggera.La sicurezza di guida è garantita in modo costante dall’impianto frenante, composto sia sull’anteriore sia sul posteriore da un freno monodisco. La nuova Husqvarna TR 650 Strada è equipaggiata di serie con ABS, mentre per la nuova Husqvarna TR 650 Terra l’ABS è disponibile come optional franco fabbrica.

Giorgio Merlino


Potrebbe interessarti anche