Motori

Nuova Jeep Wrangler Moab, emozioni da 70 anni

staff
6 febbraio 2013

Simbolo di sportività ed icona del mondo dei fuoristrada, da oltre 70 anni Jeep Wrangler calca i palcoscenici di tutto il mondo con il suo stile inconfondibile e la sua aggressività che la contraddistingue rispetto a tutte le rivali del suo genere; Jeep Wrangler debutta l’11 Febbraio presso gli showroom Jeep d’Italia con il nuovo modello Jeep Wrangler Moab.
Moab, regione dello stato americano dello Utah, conosciuta dai molti come meta ideale per le avventure, l’aria aperta e l’amore per i sentieri e il fuoristrada, diventa il nome del nuovo modello della casa americana che vuole omaggiare i caratteri distintivi dell’autovettura con le caratteristiche che contraddistinguono la regione.

La nuova jeep Moab è stata realizzata sulla base della versione della Sahara, commercializzata sia a 2 che a 4 porte nella versione Unlimited, entrambe equipaggiate con un motore turbodiesel da 2,8 litri e con cambio automatico a cinque marce. Il motore da 2,8 litri CRD sviluppa una potenza di 200 CV (147 kW) a 3.600 giri/min e una coppia di 460 Nm a 1.600 – 2.600 giri/min.
Vetri privacy, passaruota in colore Black, cofano rialzato e hard top in tinta con la carrozzeria sono le novità apportate all’esterno, come i cerchi in lega da 17 pollici e il logo Jeep sempre in colorazione black.

L’esterno è equipaggiato con pedane paracolpi Rock Rails.
Rivisitati anche gli interni di colore nero e i sedili in pelle, forniti di un nuovo disegno ed impunture grigie.
Di serie i sedili anteriori riscaldabili e il volante in pelle con cuciture nere ed inserti Iron Gray, che conferiscono una maggiore sportività all’abitacolo.
Di serie anche gli airbag laterali anteriori, il sistema multimediale di intrattenimento e navigazione satellitare UConnect® GPS con schermo touchscreen da 6,5”, hard disk da 40 gigabyte, porta USB, ingresso AUX e lettore DVD video.
Differenziale posteriore a slittamento limitato Trac-Lok® che garantisce, rispetto al Brake Lock System presente di serie sulla versione Sahara, una maggiore rapidità di reazione durante la guida in off road. Questo particolare tipo di differenziale è in grado di distribuire automaticamente la coppia disponibile sull’asse posteriore per inviarla alla ruota con più trazione. Il sistema rileva, senza l’aiuto dei sensori ABS, l’asse che ruota di meno e garantisce che parte della coppia venga bilanciata verso quest’asse e non verso quello che gira più velocemente, contribuendo così a ridurre lo slittamento delle ruote. Ciò assicura il massimo controllo in situazioni di scarsa aderenza come nella marcia su sabbia, ghiaia, neve o ghiaccio.
Tre le tinte disponibili per la carrozzeria: Black, White e l’esclusivo Rock Lobster.
Riconoscibile al primo sguardo e intoccabile per gli amanti del genere, Jeep Wrangler conferisce un’esperienza unica di guida su fuoristrada, facendo vivere emozioni uniche ed irripetibili.

Lorenzo Stagnoli


Potrebbe interessarti anche