Moto

Nuova KTM 790 Duke: la piccola “bestia”

Alessandro Spada
14 novembre 2017

Dopo il grande successo della 1290 Super Duke, KTM ha deciso di presentare, in occasione di EICMA 2017, la sua nuova naked di media cilindrata: la 790 Duke.

Si tratta di un progetto completamente nuovo che porta in dote anche il primo bicilindrico in linea mai prodotto da KTM.

L’estetica, tipica del noto designer Kiska, richiama molto la sorella maggiore 1290, ma si contraddistingue per alcune novità tecniche ed estetiche come la sella, il codino, il telaio e l’uso di un forcellone bibraccio. Le linee sono tipicamente “made in Austria”, taglienti e sportive, ma mai banali. La compattezza della moto è veramente sbalorditiva: potrebbe essere scambiata, per dimensioni, con la 690 Duke monocilindria.

Il protagonista indiscusso di questo nuovo progetto è l’inedito propulsore bicilindrico in linea in grado di erogare 105 cavalli di potenza massima e 86 Nm di coppia a 8.000 giri/min. Inoltre, adotta una frizione antisaltellamento PASC in bagno d’olio in grado non solo di evitare saltellamenti della ruota posteriore nelle staccate più decise, ma gestisce al meglio l’erogazione della coppia motrice nelle situazioni più spinte di utilizzo.

Il nuovo telaio in tubi di acciaio al cromo-molibdeno, creato ad hoc per la 790 Duke, si conferma un connubio perfetto tra prestazioni e design. Grazie all’utilizzo del motore come elemento stressato e portante si può creare una struttura più snella e integrata nella moto, tutto a vantaggio dell’estetica e della compattezza laterale.

La ciclistica è completata da un reparto sospensioni interamente firmato WP, che vanta all’anteriore una forcella regolabile a steli rovesciati di 43 mm di diametro e al posteriore un monoammortizzatore a gas regolabile solo nel precarico molla.

L’impianto frenante è fornito da Brembo ed è composto all’avantreno da una coppia di pinze radiali che lavorano con dischi di 300 mm di diametro.

Gli pneumatici scelti sono i Maxxis Supermaxx ST realizzati su specifiche KTM e dotati di una mescola speciale in grado di garantire grip in ogni condizione di utilizzo.

L’elettronica è ai massimi livelli e vanta quattro riding mode (Rain, Sport, Street e Track), controllo di trazione MTC, cornering ABS Bosch, quickshifter plus e regolatore della coppia MSR.

Il segmento delle naked di media cilindrata non è mai stato così in fermento e l’arrivo della nuova 790 Duke, non solo darà una bella “scossa” alla categoria, ma farà sicuramente tremare le sue dirette avversarie.

Sarà disponibile da aprile 2018 a partire da 9.450 euro in due sole colorazioni: Arancione e grigio o Nero e grigio.


Potrebbe interessarti anche