Motori

Nuova Panda 4×4

Cesare Lavia
9 gennaio 2014

Fiat-Panda-4x4-2012-08-LR

Sono finalmente arrivate le vacanze natalizie che, per molti, coincidono con le vacanze in montagna. Se l’auspicio per gli sciatori è neve abbondante per godersi le belle piste, altra storia è quella delle strade e della viabilità. Strade innevate o, peggio, ghiacciate non sono infatti la gioia degli automobilisti, specie sui ripidi tornanti di montagna. Per chi non vuole farsi trovare impreparato, ma non intende investire in costosi SUV o più semplicemente non ama farsi notare troppo, la soluzione è una sola: Fiat Panda 4×4. Un’auto che è ormai un mito, fin dalla sua nascita, risalente a ormai trent’anni fa. Oggi più che mai si presenta come un’auto accattivante e versatile: per la leggerezza della vettura, per i consumi, per le 5 porte, per la capacità di carico e per la piacevolezza di guida. Un’auto trasversale, che piace sia ai giovani che ai meno giovani, e “tuttofare”, sempre perfetta su qualunque fondo stradale, grazie alla trazione integrale in grado di affrontare con la stessa disinvoltura le più ardue mulattiere di montagna, così come il difficile traffico della giungla urbana.

Fiat-Panda-4x4-2013-widescreen-03

Il suo segreto sta nella trazione integrale “Torque on demand”, che si avvale di due differenziali e di un giunto controllato elettronicamente, che ripartisce la trazione sui due assali in modo omogeneo e proporzionato.

Questa nuova Panda 4×4 garantisce un angolo di attacco alla salita di 21° e, grazie alla funzione offerta dal sistema “Electronic Locking Differential” (ELD), supera con facilità anche le situazioni più difficili.

fiat-panda1

Quando il gioco si fa duro, Panda inizia a giocare: sui fondi a bassa aderenza o in caso di slittamento di una delle ruote a trazione integrale attiva, il sistema ELD agisce frenando le ruote che perdono aderenza e trasferisce la forza motrice su quelle che hanno maggior presa sul terreno, ottimizzando così lo spunto della vettura in qualsiasi situazione. L’auto è inoltre dotata del sistema ESC (Electronic Stability Control), che permette di viaggiare con la massima stabilità sui fondi a bassa aderenza, e di un sistema ABS dalle performance incrementate rispetto alla Panda a trazione anteriore, per il completo controllo della vettura anche durante le frenate più brusche.

Le sorprese non finiscono qui: questa nuova Super Panda offre anche il City Brake Control, un sistema di ausilio alla guida, in grado di rilevare la presenza di veicoli davanti alla vettura ad una distanza ravvicinata che, in caso di collisione imminente, interviene frenando automaticamente l’auto per evitare l’urto o per mitigarne gli effetti.

01-copy

Una vettura 4×4 compatta e ricercata come Nuova Panda non poteva che essere dotata di motori che ne rispecchiassero le medesime qualità. Due le motorizzazioni disponibili: un diesel 1.3 Multijet II 16V con “Start&Stop” di serie, performante ed ecologico, grazie ai suoi 75CV ed un consumo combinato di 4,7l/100km, un vero gioiello di versatilità e risparmio ed un benzina TwinAir Turbo da 85 CV, perfetto per chi cerca più sprint o fa solo brevi tragitti.

Con questa piccola vettura le “brutte strade” non esistono più. Una sola avvertenza: non chiamatela CityCar!

Cesare Lavia


Potrebbe interessarti anche