Motori

Nuova Twingo

Davide Stefano
23 settembre 2014

twingo

Presentata alla stampa durante un evento europeo a Nantes, nella Loira, la nuova Twingo è stata rivoluzionata a fondo, ma una sua caratteristica non è cambiata: il modo di vivere la città.

Forte della nuova alleanza con Smart, la piccola Twingo riprende alcuni elementi della collega tedesca, con la quale condivide molte componentistiche a livello meccanico e di interni; è così stato deciso d’installare il motore posteriormente, con la potenza che viene trasferita alle ruote posteriori, per garantire un maggiore divertimento di guida e perché permette di migliorare l’abitabilità interna.

La piccola francese, come tradizione Renault, negli ultimi anni sta puntando moltissimo sul design, sia esterno che interno, mediante innumerevoli personalizzazioni che rendono possibile avere ogni Twingo diversa dall’altra.

La linea esterna è piacevole, simpatica e slanciata, con in particolare il portellone posteriore che ricorda la vecchia Renault 5 Maxi Turbo.

La posizione di guida è comoda per la quotidianità, alta, morbida, permette una visione completa di tutto ciò che ci cicrconda. Grazie al motore posteriore e alla trazione è inoltre possibile avere un range di sterzata unico nelle sua categoria, pari a 4,3 metri.

Twingo offre una duplice proposta multimediale, con la radio R & G0 che si collega al proprio smartphone e il già noto e apprezzato sistema R-Link.

Per il momento è previsto soltanto il cambio manuale, mentre nel corso dell’anno prossimo farà il suo debutto anche l’automatico doppia frizione.

I motori previsti, tutti a trazione posteriore, sono due: un propulsore Energy da 898 cc e 90 cv, e un Sce aspirato da 999 cc da 70 cv, tutte motorizzazioni che permettono un consumo di benzina particolarmente basso.

Davide Stefano


Potrebbe interessarti anche