Advertisement
Kiki's choice

Nuovi canoni estetici sul red carpet

Kiki
29 aprile 2015

00 copertina

Ne abbiamo già parlato diverse volte (ad esempio, qui e qui), nel mondo del fashion e dello spettacolo qualcosa sta finalmente cambiando. È nell’aria ormai da diverso tempo, si tratta di una vera e propria inversione di paradigma, di un modo nuovo di guardare alla femminilità e ai canoni estetici.

Al bando i falsi miti delle taglie zero e del “magro è sempre bello”, delle “rughe mai” e del bisturi facile: quell’immagine stereotipata di donna androgina e giovane a tutti i costi – e purtroppo molto spesso anche poco sana – che ci ha accompagnato a partire dagli anni ’60 sta fortunatamente tramontando.

Largo invece alla bellezza femminile, quella vera, quella naturale, orgogliosamente con qualche chilo di troppo e fiera di mostrare senza imbarazzo le proprie curve e addirittura i segni del tempo che avanza. Ma rimanendo più sensuale ed elegante che mai.

Da Candice Huffine, prima curvy di The Cal, a Joan Didion, splendida 80enne testimonial per Celine: in passerella e sulle riviste patinate la rivincita per le donne normali è finalmente arrivata?

Parrebbe di sì, a giudicare dal red carpet dei Daytime Emmy Awards tenutosi il 26 aprile a Burbank. L’evento, dedicato ai migliori programmi diurni della tv americana, ha visto un trionfo dell’universo curvy, dalla presentatrice Tyra Banks – con i suoi meravigliosi cambi d’abito – alle attrici candidate e premiate.

Voi cosa ne pensate?

Sfoglia la gallery:

Ti è piaciuto? Potrebbe interessarti anche: www.luukmagazine.com/una-taglia-42-tra-le-modelle-di-calvin-klein
Ti è piaciuto? Potrebbe interessarti anche: www.luukmagazine.com/bellezze-imperfette-in-passerella-winnie-harlow


Potrebbe interessarti anche