News

L’Osteria Francescana di Bottura è il ristorante numero uno al mondo

Jennifer Courson Guerra
14 giugno 2016

copertina-massimo-bottura

La gastronomia italiana trionfa a The World’s 50 Best Restaurants di New York, che ha incoronato l’Osteria Francescana di Massimo Bottura come miglior ristorante al mondo. È la prima volta che l’Italia riceve il tanto agognato premio, considerato tra gli intenditori l’Oscar dei cuochi. Lo chef modenese scavalca così lo spagnolo El celler de Can Roca, al secondo posto, e il newyorkese Eleven Madison Park, al terzo.

Voglio ringraziare tutti i miei collaboratori. É stata durissima. Il nostro lavoro è soprattutto un’opera d’arte”, ha dichiarato un raggiante Bottura. Premiato per la valorizzazione delle materie prime locali, come il parmigiano reggiano e l’aceto balsamico, ma anche per la creatività e la maestria dei suoi piatti, che ricordano da vicino sculture e dipinti.

La nostra cucina è una collisione di idee, culture, tecniche e gesti. La cucina non è matematica, è emozionale”: è questa la filosofia di Bottura, che di emozioni deve averne provate tante durante la premiazione al Cipriani Wall Street.

Il meticoloso lavoro dello chef può essere ammirato anche nella serie originale Netflix Chef’s Table, il cui primo episodio riguarda proprio lo chef dell’Osteria Francescana. La serie di documentari, creata da David Gelb, ritrae la carriera e la vita privata dei più grandi cuochi del mondo.

Accanto al primo posto dell’Osteria, tanti altri italiani sono entrati nella lista dei “50 best restaurants”: al 17esimo posto, c’è il Piazza Duomo di Enrico Crippa ad Alba; al 39esimo Le Calandre di Massimo  Alajmo a Rubano (Padova); e infine, al 46esimo, il Combal Zero di Davide Scabin di Rivoli (Torino).

 


Potrebbe interessarti anche