Fitness & Wellness

Otto consigli per dormire bene

Alessio Rinelli
29 aprile 2013


L’argomento è un classico, poiché il sonno influisce moltissimo sulle nostre vite e perchè dormire ci piace; se ne è sempre parlato tanto, dal come combattere l’insonnia alla posizione migliore da attuare durante la notte. In particolare abbiamo sempre saputo che sarebbe corretto dormire 7 ore, posto che vi sia una durata di sonno adatta ad ognuno; una persona normale, infatti, riposa solitamente ogni notte per circa 68 ore. Non sempre però tale esigenza vale per tutti: non è detto che le consigliate 7 ore vadano bene a chiunque.

1. Il primo dei dieci consigli che vi darò è correlato alla digestione e quindi all’alimentazione. Non andate a dormire subito dopo aver mangiato, in qualsiasi caso: la digestione rende difficoltoso e poco riposante il sonno, anche se sembra conciliarlo. Aspettate almeno tre ore dall’ultimo pasto, prima di coricarvi. Ma ecco l’altro lato della medaglia. Neanche andare a dormire troppo tardi aiuta: le ore migliori per dormire sono tra le 22.30 e le 5.306.30. Andare a dormire troppo tardi porta ad uno squilibrio fisico tale da favorire un forzato prolungamento del sonno; ciò è sconveniente per il nostro fisico, poichè rimane supino troppo a lungo: possono svilupparsi dolori vari tra cui spiccano cefalee ed emicrania.

2. Non portate mai a letto il lavoro. Se vi piace leggere, evitate qualsiasi argomento che sia in relazione con il vostro lavoro, o con altri argomenti che possano preoccuparvi.

3. Fate un po’ di moto durante il giorno in modo tale che il corpo sia abbastanza stanco da desiderare di riposare al momento di coricarsi. Spesso è utile fare una breve passeggiata all’aria aperta un’ora prima di andare a letto.

4. Un bagno caldo, non una doccia però, poco prima di andare a letto può aiutare a rilassarvi. Perchè la vasca sì e la doccia no? Perchè nella vasca da bagno la muscolatura, subendo il calore intenso dell’acqua, si rilassa, e poi perchè in generale si prova un senso di calore e torpore molto piacevole che concilia davvero il sonno. La doccia non ha gli stessi effetti.

5. Il quinto, più che un consiglio, è un evento abbastanza casuale. Nel caso di una prestazione sessuale prima di dormire, sappiate che prenderete sonno più velocemente: un rapporto sessuale soddisfacente può avere un effetto sedativo.

6. Assicuratevi che il letto sia comodo e che l’ambiente non sia né troppo caldo né troppo freddo. La maggior parte delle persone dorme meglio in una stanza a 16-18°C. Siccome si avvicina l’estate, il mio parere personale è preferire un ventilatore ad una atmosfera artificiale prodotta da un condizionatore. Tenerlo acceso tutta la notte è veramente pericoloso: sono in agguato malanni e polmoniti, per non parlare dei possibili crampi che possono cogliervi durante il sonno o appena svegli.

7. Usate le tecniche di rilassamento Yoga, come distensioni prolungate e streching intensivo. Questo è particolarmente indicato per i soggetti che soffrono di insonnia.

8. Se qualsiasi altro accorgimento risulta inefficace, alzatevi dal letto per il resto della notte (anziché girarvi in continuazione). Sforzatevi di stare in piedi tutta la notte: in questo modo sarà più facile rompere con il periodo di insonnia.