Ottobre romano: un tuffo nell’arte

Eliana Miglio
5 ottobre 2016

schermata-2016-10-05-alle-09-51-25

In questi giorni autunnali Roma dischiude tutta la sua magia, grazie anche ad una serie di esposizioni e mostre che rappresentano degli appuntamenti imperdibili da segnare in agenda.

In primis La Biennale di Antiquariato, che dal 28 settembre al 3 ottobre ha raccolto gli antiquari di tutt’Italia, così come buyer provenienti da ogni parte del Mondo, ancora e per fortuna interessati alle meraviglie del Belpaese. La Capitale è la cornice perfetta per l’antiquariato e l’interesse che suscitano gli spazi di Marco Fabio Appolloni, raffinato intenditore che ha aperto anche una piccola galleria di arte moderna, la sofisticata Alessandra Di Castro, il milanese Carlo Orsi ed il classico Cesare Lampronti – solo per citarne alcuni – sono valsi assolutamente la visita a Palazzo Venezia.

fullsizerender

Passiamo al Chiostro del Bramante, che è un piccolo gioiello di architettura rinascimentale: qui Danilo Eccher ha curato la divertente mostra “Love”, aperta fino al 19 febbraio 2017, dedicata ovviamente all’amore visto da importanti artisti contemporanei come Francesco Vezzoli, Francesco Clemente, Andy Warhol con la sua celebre Marilyn, Robert Indiana con le ormai famose scritte cubitali, Vanessa Beecroft, Tom Wesselmann, per finire con la video installazione di Tracey Moffat. Meravigliosa l’opera di Yayoi Kusama, “All the eternal love I have for the pumpkins”, nella quale Carolina Crescentini, Alessandro Tersigni, Ilaria Spada, Luca Tomassini, Nathalie Rapti Gomez, Valentina Corti, Michela Quattrociocche e Stella Egitto hanno voluto fotografarsi alla frizzante serata di inaugurazione organizzata da Eleonora Pratelli per Suite19.

Se poi vi capita di passare in via Canova al pomeriggio, provate a citofonare allo Studio Canova, l’atelier dell’artista Luigi Ontani. Magari sarete fortunati e potrete godere di una visita nel magico modo surreale di questo meraviglioso artista che a volte mi capita di incontrare per le vie del centro. Rimarrete incantati.

Per concludere, il 1 ottobre ha inaugurato la mostra di Edward Hopper al Complesso del Vittoriano. E anche se tutti l’abbiamo già visto, è sempre così profondo quello che questo genio ci comunica e sono cosi tanti i riferimenti cinematografici contenuti nei suoi quadri ed ispirati ai suoi quadri, che merita sempre il piacere di una visita.