Motori

Parliamo di Edizioni speciali: smart e Aprilia

Giorgio Merlino
31 luglio 2012

Oggi termina definitivamente il mese di luglio e non ci sono più scuse che tengano: è tempo per una bella vacanza. Le case produttrici di quei piccoli gioielli su due o quattro ruote che ci fanno tanto sognare, la pensano proprio come noi; anche perché non sarebbe proficuo lanciare sul mercato un rivoluzionario nuovo modello mentre la maggior parte dei possibili acquirenti si trova immerso nelle tiepide acque del Mediterraneo. Fortunatamente non è nemmeno accettabile o vantaggioso starsene con e mani in mano, ed ecco il periodo delle edizioni speciali.

Per non limitarci a sognare meraviglie ad occhi aperti, proponiamo due dei veicoli più venduti lungo la nostra bella penisola, la smart e l’Aprilia 125 RS.

Nel 2002 smart e BRABUS, azienda specializzata nel tuning, hanno sviluppato la prima smart BRABUS GmbH, versione più sportiva in assoluto. La joint venture ha dato i suoi primi frutti già nel 2003, quando sono state lanciate sul mercato le prime versioni “top performance”: smart fortwo BRABUS Coupé e Cabrio. In occasione del decimo anniversario di questa unione è stato realizzato un modello speciale con allestimenti unici ed esclusivi: “smart BRABUS 10th anniversary”.

Basata sull’attuale modello di serie fortwo BRABUS, vanta un motore da 75 kW (102 CV) di potenza e 147 Nm di coppia massima. È in grado di raggiungere una velocità massima di 155 km/h e passare da 0 a 100 km/h in soli 8,9.
La cellula di sicurezza tridion ed i body panel, compresi griglia frontale e specchi retrovisori esterni, sono verniciati in liquid silver, in tinta con lo spoiler anteriore e le minigonne laterali del pacchetto Styling. L’abitacolo è impreziosito da interni in pelle nera con ricercate cuciture artigianali. Gli inserti sono di un esclusivo color rosso, mentre il nero domina gli elementi a contrasto e i sedili. Il volante sportivo BRABUS, con cuciture a contrasto rosse, dispone di comandi integrati per la funzione Tempomat, mentre il pulsante di avviamento è inserito nel pomello della leva del cambio.

Passiamo ora alle due ruote: ad un anno dal lancio dell’inedita RS4 125, forse la carenata più in voga tra i giovani motociclisti, Aprilia propone una versione ancora più rifinita, denominandola “Replica”; in onore delle innumerevoli vittorie e record conquistati da Max Biaggi, questa edizione speciale vuole emulare sempre più la sorella maggiore RSV4 SBK.

La carenatura guadagna la livrea in nero e rosso, con i profili anteriori delle fiancate impreziositi dalla bandiera italiana, la porzione di sella del passeggero è coperta da un guscio removibile per un tocco di eccellente sportività e il compatto codino integra al meglio il fanale posteriore a LED.
Come raramente accade, l’upgrade è notevole anche a livello tecnico. L’impianto frenante è migliorato grazie a una coppia di dischi in acciaio dal profilo a margherita, il telaio utilizza due travi in lega d’alluminio con nervature incrociate di rinforzo, la sospensione anteriore è costituita da una forcella con steli rovesciati da 41mm.

E non è finita qui: Aprilia RS4 125 Replica è spinta dal nuovo monocilindrico 125cc, 4 tempi, 4 valvole, dotato di alimentazione a iniezione elettronica e, come se non bastasse, questa moto è la prima della sua categoria a prevedere di serie l’innovativo sistema di cambio rapido “Quick Shift”, una sofisticata soluzione tecnica che consente al pilota di innestare il rapporto superiore mantenendo gas aperto e senza utilizzare la frizione.

Giorgio Merlino


Potrebbe interessarti anche