Pascalistan: il docureality sul cantante neo-melodico salernitano che sta spopolando in Kazakistan

Rosa Vittoria
9 luglio 2013

Pascalistan è il docu-reality partito il 6 maggio 2013 su DJ TV (ed in onda tutti i giorni alle 20.00) che racconta la rocambolesca storia, vera, di Pasquale Caprino. Il racconto del un aspirante cantante neo-melodico di Salerno, in arte Son Pascal, che dai templi di Paestum, dopo infruttuosi interludi tra Roma, Milano e Londra, riesce a sfondare in Kazakistan dove è diventato una star.

Metti un pizzico di spavalderia partenopea, il niente da perdere a cui l’Italia ci sta tristemente abituando ed un Facebook galeotto dove Pasquale viene invitato da una fan kazaka. E così, dopo la “fuga dei cervelli”,anche la ”fuga delle ugole” è fatta! Pasquale partecipa all’XFactor kazako dove conquista il secondo posto; ma a farlo diventare un idolo indiscusso è la cover-parodia della canzone di StingEnglishman in New York” che diventa “Englishman in Shymket”, ed il fatto che lui non sia inglese e che non sia nemmeno mai stato Shymket sembra essere solo un dettaglio. Da allora Pasquale ha una agenda fitta di impegni e con entusiasmo canta, non senza qualche stecca, negli stadi, a matrimoni vip o ad eventi del governo. Si, perché Pasquale piace anche al governo kazako, dal momento che parla e canta nella loro lingua ed esporta, in qualche modo, la loro cultura. Mai avremmo potuto immaginare di vedere ministri del Kazakistan fare trenini blanditi dalla voce di Pasquale che intona un Brigitte Bardot Bardot anche se non è capodanno. E così Pasquale, puntata dopo puntata, si racconta e ci racconta un paese lontano, con spirito di osservazione e curiosità.

E’ una bella storia questa. Perché trasuda tenacia e voglia di fare senza cedere alla malinconia per pizza, mandolino e putipù. Perché funziona al contrario, perché questa volta è un italiano a “colonizzare” un paese dell’est e a lasciarsi accogliere amorevolmente da madre vodka.

Rosa Vittoria