Voli

Paura a bordo di Emirates

Francesco Alberico
4 agosto 2016

115240655-be53d4ff-d7e1-4926-bec5-a5710082b412

Emirates, una tra le migliori compagnie al mondo, è stata coinvolta in un grave incidente che passerà alla storia per le sue cause non ancora del tutto chiare.

Il volo Emirates EK521 proveniva dallo scalo internazionale Trivandrum a Thiruvananthapuram, capitale dello Stato sudorientale indiano del Kerala, in India. Uno dei due motori del Boeing 777-300, durante la fase di atterraggio, ha preso fuoco. A bordo c’erano  282 passeggeri e 18 membri dell’equipaggio, quattro sono rimasti feriti, mentre un vigile del fuoco è morto durante le operazioni di spegnimento dell’incendio. La maggior parte dei passeggeri, 226, erano indiani, ma con loro si trovavano anche cittadini britannici, emiratini, americani e sauditi.

Alcuni testimoni hanno detto di aver visto il velivolo atterrare senza il carrello, strisciando a lungo sulla pista prima di fermarsi. Prima, ha detto il presidente della compagnia, lo Sheikh Ahmed bin Said al Makhtum, non erano state segnalate fiamme a bordo e quindi l’incendio si potrebbe essere  sprigionato come conseguenza dell’impatto. Il motore sul lato sinistro è rimasto integro ed ha contribuito a sostenere il peso del bireattore. Ma lo stesso presidente ha sottolineato che l’inchiesta sull’accaduto è ancora in corso e informazioni più precise saranno date “a tempo debito”.


Potrebbe interessarti anche