Advertisement
News

Philipp Plein conquista Corso Venezia

Flaminia Scarpino
17 gennaio 2017

Philipp Plein Boutique Opening

Una sfilata verticale mozzafiato nel cuore di Milano ha inaugurato il nuovo store dedicato all’uomo di Philipp Plein, in Corso Venezia 7/1, considerato già il nuovo tempio della moda maschile.

Il palazzo– 680 metri quadrati su tre livelli – colpisce il visitatore sin dall’entrata, con una serie di schermi a ledwall al posto delle tradizionali vetrine.  All’interno, spiccano tutti gli elementi iconici del marchio, in pieno stile Plein, arricchiti da elementi innovativi che rendono il nuovo store meneghino progettato dallo studio di architetti CLS un vero fiore all’occhiello. Arredi minimalisti, pregiati marmi neri e gli iconici teschi crystallized sono valorizzati dalle pareti e dai pilastri in cemento grezzo, ma soprattutto dall’imponente lampadario del secondo livello, composto da 30.000 maxi gocce irregolari in vetro di Murano, che passando tra la scale a spirale percorre tutti i piani.

Il piano terra ospita gli accessori, l’esposizione dei big boys toys e l’area Plein Sport, che tra sneakers, pesi, sacchi da boxe e manichini in fuga ricorda una lussuosa palestra.

Il primo piano accoglie invece la main collection Philipp Plein, con una dressing room per il tailor made che richiama le atmosfere da spy story, grazie ai pavimenti in pelle nera, alle pareti in seta e ai fucili d’assalto che pendono dal soffitto. Ma come ci insegna 007, con il suo “vodka martini agitato e non mescolato”, che cos’è un agente segreto senza un buon cocktail? Dalla Plein Garden Terrace ci si può muovere verso l’Air Force Plein Bar, dove vengono serviti champagne, cocktail e caviale in un’atmosfera da jet privato, con tavolini in marmo, pareti di gomma laccata in bianco e oblò animati da immagini in movimento.

Per finire, al secondo piano è possibile trovare le linee denim e casual del brand, non senza aver dato uno sguardo alla Lamborghini Miura verde degli anni ’70 che fa bella mostra di sé al centro della sala.

Insomma, Philipp Plein non sbaglia un colpo e anche questa volta è riuscito a stupire tutti.


Potrebbe interessarti anche