Leggere insieme

Piccola orsa

Marina Petruzio
3 aprile 2016

cover

Piccola Orsa è l’opera prima di Jo Weaver, Orecchio Acerbo il suo editore.
Il nero è un colore pieno, pastoso. Attraversarlo non è banale, eppure…tutt’attorno una leggera aria danzando muove piume lasciate lì, scompiglia il soffione estivo, alza le foglie autunnali portandole con sé e spettina quel fitto nero di carboncino. Accarezzandolo lo solleva e il chiaro scuro disegnato da quella brezza lo restituisce pelliccia, folta e nera sotto, chiara e morbida laddove luce e vento si incontrano.
È l’orsa.
Seduta sulle fresche erbe di un prato montano orsa e piccola orsa si concedono un attimo di serena intimità dopo una giornata di intenso girovagare. I loro nasi, che quasi si incontrano, disegnano un abbraccio, le loro figure chiudono un cerchio.

1

Sono le orse che desidereremmo tutti vedere, poter osservare da lontano ammirati da così tanta tenerezza in così tanta possenza.
Da sinistra verso destra, sulla doppia pagina, il carboncino ne disegna la massa, mentre la luce il muso. Gli occhi chiusi, il naso dell’orsa grande teso verso l’angolo alto della pagina, come se fosse lì quell’est dal quale respirare una nuova primavera che riempie i polmoni e il cuore.
Al suo fianco trotterella incerta una cucciola ancora mezzo addormentata…
E l’anno inizia. Un anno intenso, di tante cose da scoprire in questo nuovo mondo.

2

L’orsa presenta a piccola orsa la valle, l’ampio panorama che sembra anche a noi, seduti in silenzio a guardare nella radura montana ricca di erbe e fiori odorosi, immenso.
Il fitto del bosco, la fresca semioscurità rotta solo da qualche raggio di luce, il più tenace, quello che ha saputo trovare un varco tra foglie e aghi. Un buon riparo per passeggiare, procurarsi cibo, mimetizzarsi.
Dove in primavera tra scricchiolii, pigolii, fruscii tutto si sveglia e destandosi parla.
Il nostro viaggio comincia da qui.
Una famiglia di ricci
si ferma incontrando le orse, un triangolo di inesistenti linee si forma tra i loro nasi, entrando gli uni con le altre nei loro microcosmi, dove gli amici si accolgono con gentilezza.
Nel prato di alte erbe fruscianti è un attimo incontrare operose e ghiotte api svolazzanti e curiose. Inseguirle, annusarle per conoscerle, giocare un po’ a rincorrerle con l’acquolina in bocca va bene, così come sapere a che distanza tenerle dal naso per non farsi pungere. Orsa grande insegna. Stabilisce una diagonale che dal suo naso va a quello di piccola orsa, indicando la distanza a cui tenersi dal suo pungiglione, una distanza opportuna di gioco e conversazione. Quale miglior modo per conoscersi!
Sul grande fiume. Ferme e ben artigliate ai sassi, tra le fresche acque di piccole e grandi cascate, là dove succulenti pesci saltano nel tentativo di risalire contro corrente, natura così vuole.
Il lago dove rinfrescarsi nuotando, si!, ma in sicurezza.
E poi la notte, il naso sempre all’insù perso in quel mistero di luce e buio profondo e scintillante.
L’intorno che muta e regala sempre paesaggi e cibi differenti.
E poi la neve che interrompe i giochi di foglie autunnali e vento freddo, le arrampicate sugli alberi.
Ma fermati un attimo, piccola orsa, a guardare ora questa valle che hai percorso in tutti questi giorni, che ti ha vista crescere, conoscere, imparare, giorno dopo giorno, ora che la neve la ricopre.
Poi la tana…e c’era odore di casa.

3

È un lungo periodo quello che piccola orsa trascorrerà con grande orsa. Un periodo fondamentale per conoscerla, osservare i suoi comportamenti, le sue abitudini, per imparare da lei ciò che sarà assai utile al suo futuro.
Riconoscersi è facile.
Eppure quest’albo dove il bianco e nero focalizza molto bene l’attenzione sulle orse, animali veri non antropomorfi, e la trattiene affinché non si disperda in altro anche se colore ha un andamento lento che porta soprattutto a godere della serenità della natura, rifugio ideale dello spirito di grandi e piccini.

 

Piccola Orsa
Scritto ed illustrato da Jo Weaver
Traduzione: Carla Ghisalberti
Collana: Albi
Editore: Orecchio Acerbo
Euro: 16,00
Età di lettura: per tutti


Potrebbe interessarti anche