Advertisement
Arte

Piero della Francesca: perle artistiche nella Grande Mela

Luca Siniscalco
25 gennaio 2014
Piero della Francesca (Tuscany 1412? – 1492 Tuscany) The Senigallia Madonna and Child with Two Angels Tempera and oil on wood (walnut) 24 11/16 x 20 ¾ in. (62.7 x 52.8 cm) Galleria Nazionale delle Marche, Urbino (inv. 1990 D 58)

Piero della Francesca (Tuscany 1412? – 1492 Tuscany)
The Senigallia Madonna and Child with Two Angels
Tempera and oil on wood (walnut)
24 11/16 x 20 ¾ in. (62.7 x 52.8 cm)
Galleria Nazionale delle Marche, Urbino (inv. 1990 D 58)

Un gigante dell’arte italiana conquista un museo statunitense d’eccezione. Il MET (The Metropolitan Museum of Art) ospita infatti sino al 30 marzo 2014 un’esposizione dedicata alle opere devozionali di Piero della Francesca. Grazie a una speciale collaborazione attuata con le Gallerie dell’Accademia di Venezia e con la Galleria Nazionale delle Marche di Urbino, il museo newyorkese ha potuto costruire un percorso espositivo integralmente incentrato su una particolare sezione delle opere dell’artista rinascimentale. In esposizione quattro lavori straordinari, mai esibiti prima d’ora insieme e ideali per un approfondimento dell’arte del pittore toscano. La mostra “Piero della Francesca: Personal Encounters” presenta infatti al pubblico le seguenti opere: “San Girolamo e un devoto”, dalle Gallerie dell’Accademia (Venezia), “Madonna di Senigallia”, dalla Galleria Nazionale delle Marche (Urbino), “San Girolamo penitente”, dalla Gemäldegalerie (Berlino), “Madonna col Bambino”, da una collezione privata (New York).

Piero della Francesca (Tuscany 1412? – 1492 Tuscany) Saint Jerome and a Supplicant Tempera and oil on wood 19 ½ x 16 ½ in. (49.4 x 42 cm); painted surface: 19 ½ x 15 ½ in. (49.4 x 39.5 cm) Gallerie dell’Accademia, Venice

Piero della Francesca (Tuscany 1412? – 1492 Tuscany)
Saint Jerome and a Supplicant
Tempera and oil on wood
19 ½ x 16 ½ in. (49.4 x 42 cm); painted surface: 19 ½ x 15 ½ in. (49.4 x 39.5 cm)
Gallerie dell’Accademia, Venice

Dalle tele emergono le peculiarità dell’opera dell’autore, architetto prim’ancora che pittore, geniale costruttore di forme, equilibri e prospettive pertanto, abile difensore del simbolismo cristiano, introiettato in nuove, formidabili geometrie. Le figure sacre sono immobili, eternate in gesti ieratici che, tuttavia, rimandono a una penetrazione di verità umane e naturali.

L’esposizione, resa possibile dalla Foundation for Italian Art & Culture (FIAC), celebra l’apertura delle New European Paintings Galleries, 1250-1800.

Piero della Francesca (Tuscany 1412? – 1492 Tuscany) Saint Jerome in the Wilderness Oil on wood (chestnut) 20 1/8 x 15 in. (51 x 38 cm) Preussischer Kulturbesitz, Gemäldegalerie, Berlin

Piero della Francesca (Tuscany 1412? – 1492 Tuscany)
Saint Jerome in the Wilderness
Oil on wood (chestnut)
20 1/8 x 15 in. (51 x 38 cm)
Preussischer Kulturbesitz, Gemäldegalerie, Berlin

Il progetto si è potuto concretizzare anche grazie alla collaborazione della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici delle Marche – Urbino, impegnatasi nel ciclo di eventi collegati al 2013 come Italian Year of Culture in the United States.

La mostra è accompagnata da un sintetico catalogo contenente i saggi della curatrice Keith Christiansen. Ma, soprattutto, è affiancata e pervasa dall’afflato artistico di un pilastro dell’arte occidentale, capace di unire pietas religiosa a intuizioni estetiche straordinarie.

Luca Siniscalco

Piero della Francesca (Tuscany 1412? – 1492 Tuscany) Madonna and Child Tempera on wood, 20 7/8 x 16 1/8 in. (53 x 41 cm) The Alana Collection

Piero della Francesca (Tuscany 1412? – 1492 Tuscany)
Madonna and Child
Tempera on wood, 20 7/8 x 16 1/8 in. (53 x 41 cm)
The Alana Collection


Potrebbe interessarti anche