Advertisement
Children's

Pitti Bimbo 76: le novità della moda bimbo apprezzate dai buyer esteri

Martina D'Amelio
27 gennaio 2013

Circa 7.200 buyer hanno partecipato alla rassegna del childrenswear fiorentina: un numero in lieve calo rispetto alla scorsa edizione invernale. La moda bimbo è però sempre più apprezzata all’estero, con la Russia in testa, seguita da Turchia, Gran Bretagna, Francia e Olanda, mentre i mercati emergenti risultano protagonisti, con buone performance da Cina, Emirati Arabi, Polonia, Hong Kong e Taiwan, oltre che un considerevole numero di presenze dall’est Europa e dall’Asia Centrale. E il motivo non è solo la qualità made in Italy dei capi presentati negli spazi di Fortezza da Basso: Pitti Bimbo si profila sempre più come un vero e proprio show, un concentrato di eventi in grado di attirare l’attenzione dei visitatori, un palcoscenico per annunciare le principali new entry nel mondo del childrenswear.

Una scelta, quest’ultima, che accomuna tantissimi marchi, a cominciare da Milly Mini: la stilista Michelle Smith dedica alle little fashionistas (e alla sua piccola Sofia) abitini, pants e top, che ricordano nei colori e nelle fantasie quelli apprezzati dalle mamme più alla moda in tutto il mondo.

Un debutto che si affianca a quello di Frankie Morello, che presenta la nuova linea Toys, prodotta in collaborazione con Spazio Sei, per bocca dei suoi stilisti Pierfrancesco Gigliotti e Maurizio Modica. Anche Sottocoperta sceglie Firenze per lanciare una linea di pigiameria, intimo e baby in partnership con Trudi, ispirata ai peluche più amati dai bambini. Maserati invece, annuncia un accordo quadriennale con il maglificio Simon per le sue collezioni maschili infant, baby e kids, che sfileranno alla prossima edizione estiva della kermesse fiorentina, mentre Bark espone i frutti della collaborazione con Altana: coloratissimi e sfiziosi montgomery in taglie mini.

I capi casual chic dell’autunno-inverno 2013/2014 di Ice Iceberg sono stati invece i protagonisti di un favoloso shooting, presenziato dalla campionessa Fiona May, con le figlie Larissa e Anastasia. Vip anche da Nanán, con la futura mamma Belen Rodriguez, e nello stand di Silvian Heach Kids, dove la coppia formata dal calciatore del Milan Kevin Prince Boateng e dalla showgirl Melissa Satta ha presentato una t-shirt speciale in occasione del progetto One World, Zero Differenze, 100% Love, in vendita da domani sul sito www.silvianheachkids.it.

Non deludono, come sempre, le collezioni più lussuose di Pitti Bimbo: a cominciare da Young Versace, nella consueta location di Palazzo Corsini, per continuare con le raffinate proposte in taglie mini firmate Gucci e le romantiche atmosfere de I Pinco Pallino. Le silhouette semplici ma innovative di Ermanno Scervino Junior vengono annuciate con una conferenza stampa presieduta dallo stilista, mentre Roberto Cavalli organizza per i suoi Junior e Newborn un dinner party esclusivo.

Simonetta si conferma tra i brand protagonisti della manifestazione e tra i più amati dai buyer esteri, e presenta la collezione per il prossimo inverno con l’aiuto dell’artista Alessandro Bergonzoni, tramite un dibattito che coinvolge il presidente Stronati e guarda ai diritti di tutti i bambini. Il brand marchigiano è anche protagonista della vetrina del celebre negozio fiorentino Luisa Via Roma, che al suo interno ospita in esclusiva la raffinata capsule Fairy Tale di Miss Grant, con mini-dress e dettagli preziosi.

Ma i nuovi talenti restano una costante imprescindibile di Pitti Bimbo: quest’anno l’ambito premio Who is on Next, in collaborazione con Altaroma e Vogue Bambini, se lo aggiudica La Bottega di Giorgia, della giovane bergamasca Giorgia Totaro. Una collezione che riscopre il piacere della tradizione in un’immagine tutta contemporanea, anche se una speciale menzione della giuria va agli originali cappelli di So Sweet.

E cosa dire del tema di quest’edizione dei saloni fiorentini, Bookswear Mania? La lettura diventa un processo di crescita centrale nella formazione delle giovani menti, grazie al concorso “Nati per leggere” promosso dall’azienda leader nella produzione e distribuzione di calze, collant, intimo e pigiameria per bambini Story Loris. Il Premio Nazionale medaglia d’oro del Presidente della Repubblica, istituito per sostenere i migliori libri per l’infanzia e per incentivare la lettura ad alta voce dei bambini, è stato presentato presso lo stand del brand, insieme al bando della nuova edizione, scaricabile fino al 31 gennaio sul sito web www.natiperleggere.it. Un’iniziativa encomiabile, che si affianca ai libri per bimbi di Corraini Edizioni, unico editore presente alla Fortezza da Basso, con le migliori proposte librarie italiane e straniere. A conferma che la moda, così come la letteratura, sono bandiere portanti del made in Italy all’estero. E, speriamo presto, siano riconosciute come tali anche in Italia: in tempo per la prossima edizione del salone più amato del panorama childrenswear.

Martina D’Amelio


Potrebbe interessarti anche