Children's

Pitti Bimbo 83, un viaggio tra numeri e tendenze

Martina D'Amelio
26 giugno 2016

copertina-Pitti-bimbo-83

Un’altra edizione di Pitti Bimbo chiude i battenti a Firenze, ma lascia dietro di sé numeri fortunati, tendenze riconoscibili e nuovi brand da non perdere: un concentrato di stile in piccole taglie per la primavera-estate 2017.

Sarà che quest’edizione dei saloni è stata soprannominata fin dal principio P1tt1 Lucky Numb3r5, ma i primi dati di chiusura parlano chiaro: circa 5600 buyer e 10mila visitatori complessivi, in linea con le passate edizioni, hanno calcato gli spazi di Fortezza da Basso. E se aumentano le presenze da Regno Unito (+21%), Germania (+12%), Cina (+18%), Giappone (+14%), sono in crescita anche Corea del Sud, Svizzera, Austria; ma ciò che più conta è che anche la Russia inverte il trend negativo degli ultimi anni e torna a crescere (+5%), insieme ai compratori italiani.

  • Leitmotiv

  • Vivetta

  • PaadeMode

  • Andorine

  • Maghi e Maci

  • Cape

  • Lamantine Paris and Milan

  • Péro

  • Piccola Ludo 10

  • Stella Jean

A dare i numeri, ma in passerella, ci ha pensato la nuova sfilata dedicata al segmento KidzFizz, unendo in un unico catwalk brand di ricerca diversissimi tra loro, come Vivetta, PaadeMode, Mr Huky, Maghi e Maci, Long Live the Queen, i teenager di Andorine e la prima, coloratissima collezione a tutto emoji di Leitmotiv per i più piccoli. All’intrinseca varietà dei marchi sperimentali si contrappone la vena couture di Apartment: adorabili le felpe “a brandelli” di Cape e le sovrapposizioni retrò di Péro, la semplice eleganza di Lamantine Paris et Milan e Piccola Ludo, oltre alle incursioni tra il jungle e il marinière di Stella Jean.

Il Gufo

Il Gufo

Una collezione, quest’ultima, che esprime appieno il tema dominante per la moda in taglie mini (e non solo, viste le sfilate uomo) della prossima primavera-estate 2017: il viaggio. C’è chi si muove con disinvoltura nella giungla urbana, come i piccoli della passerella de Il Gufo, che inscenano danze masai in abiti degni di mini esploratori, all’insegna di colori come il verde oliva, il khaki e il terra bruciata, inedite lavorazioni animalier e stampe geometriche di animali della savana 3.0. Il mood da safari è scelto, fuori dal catwalk, anche dai piccoli pionieri di Kenzo Kids e da Quis Quis, che punta sulle fantasie africane.

Yclù

Yclù

C’è chi invece preferisce restare nella Penisola anche per le vacanze, come Yclù che al ritmo di t-shirt dal messaggio I love Italy calca una passerella addobbata a mo’ di stazione, che accoglie i più piccoli a Taormina come a Venezia in abiti mille righe, cappelli di paglia, giacche in lino e stampe floreali, dettagli di stile ricorrenti anche da L:Ú L:Ú. C’è poi chi va direttamente alle Hawaii, tra corone di fiori, dettagli denim e abiti patchwork, come i piccoli di Children’s Fashion from Spain e le bimbe di Hippy&Happy, oppure in Antartide per salvaguardare gli oceani, come Fracomina.

Losan @ Children’s Fashion from Spain

Losan @ Children’s Fashion from Spain

Mentre Fun&Fun fa un salto direttamente negli anni Settanta con la nuova She.Ever, dedicata alle ragazzine e Alishav, al debutto in passerella a Pitti Bimbo, punta allo spazio grazie a materiali hi-tech e dettagli lamè, qualcuno resta indissolubilmente legato, invece, all’opulenza dei saloni di Firenze, come Monnalisa e il suo fashion show ricercato a Palazzo Corsini.

Monnalisa

Monnalisa

La meta, insomma, è (solo?) lo stile, anche se spesso, per raggiungerlo appieno, c’è bisogno di piccoli alleati. Mai come quest’anno le bambole hanno invaso il salone: si va dal dolce coniglietto Miffy, protagonista delle t-shirt e non solo del progetto Fashion Comics di Alessandro Enriquez (al quale hanno partecipato, tra gli altri, brand del calibro di Ermanno Scervino, La Stupenderia, Mimisol, N.21, Sarabanda, Kyme e Twin Set Simona Barbieri), alla Barbie protagonista della capsule di MSGM, dalla bambola di pezza luxury di Mischka Aoki firmata da Megan Hess alla Pantera Rosa che conquista la nuova collezione Ice Iceberg, fresca della licenza a Zero&Company.

Miffy @ Fashion Comics

Miffy @ Fashion Comics

Per gli amanti della moda bimbo più tradizionale, imperdibili i capispalla di Herno Kids, i parka di Woolrich, la cerimonia di Brums, le lenzuola da culla ricercate di Flowerssori e Pratesi, il corredino da notte di Story Loris, le classiche sfumature bubble gum per l’abbigliamento delle bambine al debutto di Lelly Kelly, anche se sono gli accessori i veri protagonisti di quest’edizione di Pitti Bimbo.

da sinistra, le sneakers di Minna Parikka e Giuseppe Junior

da sinistra, le sneakers di Minna Parikka e Giuseppe Junior

Irresistibili le shoes in taglie mini disegnate da Edgardo Osorio di Aquazzura, divertenti le sneakers emoticons di Joshua Sanders e quelle glitter con le orecchie di Minna Parikka, must-have gli accessori mini-me (dalle ballerine Varina ai driver con gancino, dalla borsa Vara a zainetti e cravattine) di Salvatore Ferragamo e di Giuseppe Junior, la nuovissima collezione in piccole taglie di Giuseppe Zanotti: 5 novità del salone che andranno lontano, in un viaggio dritto al cuore delle mamme più fashion.


Potrebbe interessarti anche