Men

Pitti Uomo 93: tutte le novità e le tendenze da Firenze

Vittorio Francesco Orso Ferrari
11 gennaio 2018

Pitti Immagine Uomo torna più ottimista che mai: la kermesse fiorentina è approdata a Fortezza da Basso a Firenze e resterà aperta fino al 12 gennaio. Un’edizione ricca di novità dal sapore internazionale e tendenze in fatto di moda maschile.

Aria di cambiamenti a cominciare della cerimonia di apertura, che vede nell’appena ristrutturata Camera di Commercio di Firenze 4.0 la location ideale che ha dato il via a questo prestigioso palcoscenico globale. Gli oltre 60.000 metri quadri di superficie espositiva si articolano in 14 tappe, tutte all’insegna dell’innovazione digitale, tecnologica, artistica e collaborativa tra brand e paesi provenienti da ogni parte del mondo.

Un’attenzione speciale viene riservata alle tendenze stilistiche internazionali e agli stilemi più contemporanei e di ricerca del menswear – tra i quali l’athleisure, il design cutting-edge, l’underground style, le collezioni agender e lo sportswear – senza trascurare l’importanza e l’eccellenza delle grandi aziende del Made in Italy.

A confermare il fascino della moda all’italiana sono gli ultimi numeri: 1230 i marchi presenti, dei quali 541 esteri, per un totale di 227 tra nomi nuovi e rientri al salone; 36.000 invece i visitatori previsti, di cui oltre 24.000 buyer (quasi 9000 provenienti dall’estero).

Tra le dozzine di eventi, presentazioni e sfilate, abbiamo selezionato gli appuntamenti imperdibili e le novità da tenere presenti sulle tendenze uomo per l’autunno-inverno 2018/2019: ecco, dunque, i top highlights direttamente da Pitti Uomo 93, tutti da non perdere!

Un’edizione che volge il proprio sguardo al di fuori delle mura della Fortezza: l’inaugurazione del Gucci Garden all’interno del Palazzo della Mercanzia in Piazza della Signoria, l’istallazione “Fabric is Art” (nella foto) di Lanificio Luigi Ricceri alla Galleria dell’Accademia, l’opening della boutique Moncler e i Rendez-Vous organizzati da Polimoda a Villa Favard. E poi il pre-lancio di Vltn nella boutique fiorentina di Valentino, anima sport e street della collezione introdotta con la sfilata uomo primavera-estate 2018 della Maison.

Il ritorno a Pitti di aziende protagoniste nello scenario italiano: Corneliani (nella foto) e Fratelli Rossetti rinnovano la loro presenza al salone presentando le collezioni autunno-inverno 2018/2019 dopo un’assenza durata, rispettivamente, sette e sei anni; tra i grandi ritorni, anche Gazzarrini, storico marchio toscano di punta del Made in Italy.

La moda abbraccia il cinema in occasione di Pitti 93: CNA Federmoda, in collaborazione con CNA Cinema e Audiovisivo Toscana, presenta in anteprima “Stili Ribelli”, serie tv prodotta da Kinè in 6 puntate dedicate a 6 capi cult della moda che hanno fatto tendenza nel costume, nel cinema e nelle controculture giovanili; tra gli altri appuntamenti sul grande schermo durante la kermesse, il docu-film “Uninveted – Marcelo Burlon e il cortometraggio firmato Dan Tobin Smith per Birkenstock.

Karl Lagerfeld goes to Pitti: sceglie Pitti Uomo anche il genio creativo della moda mondiale Karl Lagerfeld, che presenta la nuova collezione maschile da lui firmata all’interno della Sala dell’Orologio alle Costruzioni Lorenesi, oltre alla capsule Karl Lagerfeld curated by Sébastien Jondeau, suo personal assistant e guardia del corpo dal 1997. La nuova strategia lanciata a Firenze? riunificare le collezioni Lagerfeld e Karl Lagerfeld.

Il supporto ai designer emergenti: dall’accordo tra Pitti e Tokyo Fashion Award, lo spazio TOUCH ospita le collezioni di 6 brand emergenti giapponesi finalisti (Body Song, Children of the Discordance, Digawel, F/CE, Kuon e Soe), selezionati da una giuria d’eccezione.

Grandi festeggiamenti: 10 anni per il denim brand olandese DENHAM the Jeanmaker (nella foto), che ha scelto Pitti per festeggiare con il lancio del libro “A Decade of DENHAM” e la presentazione di tre modelli di jeans in limited edition, realizzati in collaborazione con la storica azienda Made in Italy Candiani Denim. Altro anniversario per il brand L’Impermeabile, che per i suoi 70 anni reinterpreta i grandi trench del mondo del cinema declinandoli attraverso i modelli più iconici della Maison.

Le presentazioni da non perdere: la nuova collezione di felpe Best Company by Olmes Carretti introdotta da una campagna firmata Oliviero Toscani, la collezione FW18/19 di Aeronautica Militare che vede protagonisti i piloti dei più sofisticati aeromobili, le sneakers firmate Pollini, il nuovo piumino Herno Laminar Impact di Herno dalle elevate prestazioni, i capi performanti firmati Z ZEGNA (nella foto) che uniscono tecnologico e sartoriale, l’eleganza formale delle collezioni di Carlo Pignatelli, le morbide novità firmate Doriani Cashmere e Andrea Fenzi e la nuova collab Damir Doma x Lotto.

Partnership d’eccezione: Pitti Uomo 93 lancia la partnership tra WP Lavori in Corso e DEUS Ex Machina (nella foto) e del lancio del nuovo progetto major Giovanni Allegri, frutto dell’unione di know-how manifatturiero e materiali esclusivi con una collezione luxury di capispalla prodotti in Italia ma pensati da un team di designer internazionali.


Potrebbe interessarti anche