Men

Pitti Uomo compie 90 anni!

Vittorio Francesco Orso Ferrari
7 giugno 2016

copertina-pitti-uomo-90

Riaprono le porte in Fortezza da Basso: la 90esima edizione di Pitti Uomo sarà inaugurata il 14 Giugno e terminerà il 17. Moltissime le novità previste per questa edizione, che ha già tutte le carte in regola per segnare una data storica nella vita della kermesse fiorentina.

Dall’ormai lontano 1972 ad oggi molte cose sono cambiate: dalle 43 aziende espositrici oggi sono oltre 1200 le collezioni presentate, dai 526 compratori iniziali quest’edizione ne ospiterà più di 20.000, per non parlare poi dei buyer esteri, che dai soli 98 della prima edizione quest’anno supereranno gli 8.000. Un salone in continuo sviluppo, dunque, punto di riferimento a livello mondiale della moda uomo.

Oltre alle collezioni, tantissimi saranno anche gli eventi, le collaborazioni e i nuovi progetti che saranno presentati in questa 90esima edizione, che ha tutta l’aria di rivelarsi una delle più innovative degli ultimi anni.

Ecco allora tutto ciò che Pitti Immagine Uomo è pronto ad offrirci!

1 – P1TT1 LUCKY NUMB3R5. I numeri la fanno da protagonisti: grafiche e simbologie saranno la cornice perfetta del Pitti Uomo 90. Non semplici numeri rappresentativi di quantità, ma numeri pregni di significati che vanno oltre: la bellezza del loro segno, qualità estetiche, scaramanzia, l’essere e il sentirsi un numero…saranno solo alcuni dei temi toccati in questa scenografia a cura di Oliviero Baldini che dal 14 Giugno abiterà l’intero salone.

Continua anche la collaborazione con decine di video maker, che interpreteranno il tema Lucky Numbers in chiave motion, accompagnando la campagna pubblicitaria dei saloni.

Pitti-Lucky-Numbers-Video-Cap

2 – Le sezioni di Pitti Uomo. Ampio spazio ai percorsi lifestyle dei moderni capi maschili: dalle borse e accessori da viaggio agli oggetti di design, dalle calzature all’eyewear, nei Pop Up Stores saranno inscenate le combinazioni e gli abbinamenti più cool (il tutto supportato da nuovi layout espositivi).

La sezione forse più stravagante e multiforme della kermesse fiorentina sarà invece Touch!, che si proporrà come la rampa di lancio per gli stilisti contemporanei più idealisti e visionari, con capi dal gusto internazionale e ricercato.

Tra le sezioni più apprezzate dell’intero salone è da citare anche Futuro Maschile, che offrirà la possibilità di farsi manifesto del menswear contemporaneo, attraverso nuove idee stilistiche, sofisticate e dall’aria internazionale.

Situata al Piano Attico, la sezione Just Like A Man reinterpreterà invece l’abbigliamento uomo con influenze di design.

Alcune immagini tratte dalla scorsa edizione di Pitti Uomo

Alcune immagini tratte dalla scorsa edizione di Pitti Uomo

3 – EYE POP e altre partnership. Nato dalla collaborazione con MIDO, il progetto Eye Pop analizza, al piano Terra del Padiglione Centrale, l’indissolubile binomio moda-occhiale in chiave di qualità e design.

Continua anche la partnership con MINI, incentrata sulla collaborazione con talenti emergenti della moda e del design e ispirata al lifestyle contemporaneo e alla nuova urban culture.

Prosegue poi anche la partnership con Nextatlas, che permetterà invece, ai fruitori di e-Pitti, la possibilità di analizzare gli attuali trend.

karl-lagerfeld-melissa

4 – Gli eventi. Nella giornata iniziale del salone verrà contestualmente inaugurata anche la mostra fotografica “Karl Lagerfeld Visions of Fashion, con l’intento di trasformare la Galleria del Costume di Palazzo Pitti in un vero e proprio Museo della Moda.

Durante tutta la durata della kermesse, inoltre, il programma Alternative Set inscenerà installazioni e temporary events in luoghi clou lungo tutto il percorso di Pitti Uomo 90, utilizzando innovative modalità di comunicazione e promozioni del prodotto mai utilizzate. Da segnare: Matteo Lamandini, Bad Deal, MOA-Master of Arts, Sastreria 91, Mitchumm Industries, Giro d’Still e Studiopretzel, che a Palazzo Galli Tassi organizzerà uno speciale evento tra arte e moda.

E se Cartier mette in scena per tre giorni l’universo maschile della Maison con l’orologio Drive fuori Fortezza, alla stazione Leopolda star guest d’eccezione sarà il chiacchierato Raf Simons, che durante la serata del 16 Giugno contribuirà a rendere unica la kermesse con Florence Calling, uno speciale evento che metterà a confronto la prossima collezione primavera-estate 2017 con quelle passate (svelando qualcosa sul suo futuro lavorativo dopo Dior?).

Il designer Raf Simons sceglie Pitti Uomo per il dopo Dior, e intanto cresce l’attesa per l’evento Florence Calling.

Il designer Raf Simons sceglie Pitti Uomo per il dopo Dior, e intanto cresce l’attesa per l’evento Florence Calling.

5 – I nuovi ingressi. Da sempre Pitti Uomo è una preziosa vetrina per marchi emergenti e giovani stilisti, ma anche per brand già affermati in cerca di nuovi orizzonti.

Quest’anno a cogliere l’occasione saranno Fausto Puglisi (che esordisce con la collezione uomo), Lucio Vanotti, il russo Gosha Rubchinskiy, Cividini (che approda con un ritorno della linea uomo), Roy Roger’s (che reinventa il suo stile in chiave militare, proponendo la nuova linea in denim Deluxe e la capsule RR’s), Visvim e molti altri.

6 – E-Pitti. L’after-Pitti anche quest’anno è concentrato su e-Pitti.com, che resterà online per 9 settimane a partire dal 27 giugno. Sul sito si potranno trovare oltre 6.000 prodotti in collezione per la prossima primavera-estate e moltissimi contenuti esclusivi, che ripercorreranno l’intera durata del salone.

Novità di Pitti Uomo 90 è anche READY-to-ORDER, app che permetterà di raccogliere gli ordini su iPad.

 


Potrebbe interessarti anche