Please come in

Pizzicato five colours

staff
14 giugno 2012

Sulla nostra Madre Terra esistono cento e più tipi di papaveri. La loro fragilità apparente ci rallegra e ci conforta accompagnando ogni anno, nei climi temperati, l’arrivo della bella stagione.
Questi fiori di cinque colori – giallo, arancio, rosso, bianco, viola – fotografati da Matthias Parillaud nelle Valli del Friuli, appartengono alla famiglia del Papavero Pizzicato, sono nativi della Liguria e ci ricordano che i fiori viaggiano e rivivono di nuovi significati nelle nostre composizioni.
Ambientati vicino alla pietra dell’antica casa, accostati al legno, al vetro, alla ruggine, che nuova patina infonde ai metalli, essi ci lasciano immaginare la sensibilità di chi vive la casa e ci toccano il cuore delicatamente, come quadri viventi privi di parole.
A noi immaginare il vento, la lontananza, il grembo aperto o il capo reclinato, il tocco lieve del petalo sulla pelle, la luce del giorno che pizzica i colori.

 

«E attraverso i papaveri danzanti
alla mia anima arrivava
una brezza che con tocco soave,
la cullava» John Keats

 

Matthias Parillaud
www.photomatthias.com

Matthias Parillaud nasce a Parigi nel 1965. L’amore per la fotografia lo accompagna fin da giovanissimo, grazie in parte alla sorella attrice Anne Parillaud che lo introduce nel mondo del cinema e dell’immagine, ma é nel 1988 – dopo alcuni anni londinesi vissuti ad alto indice di creatività – che decide di fare della sua passione una professione. Rientrato a Parigi, “entra a bottega” presso importanti studi fotografici della capitale. Grazie al bagaglio di esperienza accumulato, il passo verso la libera professione è breve. Si specializza nella realizzazione di servizi fotografici moda e beauty per riviste quali Biba, Cosmopolitan, Le Figaro Magazine, Harper’s Bazar. Contemporaneamente si appassiona al mondo del prodotto d’arredo e dell’oggettistica, realizzando molti servizi dedicati alle case d’autore e innumerevoli still life per la stampa specializzata quale Art et Decoration, Marie Claire Maison. Nel 2007, spinto dal desiderio di offrire ai figli uno stile di vita a misura d’uomo e più vicino alla natura, si trasferisce con la famiglia in Friuli – terra d’origine della moglie – e apre un nuovo studio a Udine. Una svolta di vita importante, che non gli impedisce, però, di continuare a dar corso alle collaborazioni con la Francia e che favorisce l’inizio di nuove avventure professionali con l’Italia. Abituato a cogliere la femminilità e l’eleganza, Matthias Parillaud rivela in tutto il suo lavoro un mood fortemente artistico e la capacità di mixare mondi diversi e paralleli quali il fashion e il beauty, il lifestyle e l’arredo, mutuando dall’uno all’altro atmosfere e suggestioni. Da alcuni anni, conduce una personale ricerca fotografica sul mondo dei fiori. Una passione che si esprime in scatti capaci di enfatizzare le vibrazioni di bellezza ed armonia comuni a questi soggetti.Questa particolare sensibilità artistica lo porta ad essere l’interprete esclusivo scelto da Bois de Rose – prezioso concept store  sbocciato nel cuore antico della città di Udine.

 

“Quando scelgo di fotografare un fiore – afferma il fotografo – tengo conto del piacere che posso provare nel guardarlo, nel sentire il suo profumo, nello scoprire i suoi colori e nel vedere la sua bellezza”.

 

Matthias Parillaud


Potrebbe interessarti anche