Green

Poco green il semestre italiano di presidenza EU

staff
17 gennaio 2015

Si è chiuso il 13 gennaio il semestre di guida italiana del Consiglio UE. Un semestre segnato dalla poca attenzione alle problematiche Green, e forse anche da qualcosa ben peggiore. Il 17 Dicembre, il Parlamento Europeo ha infatti approvato una mozione che individua l’industria siderurgica come settore strategico primario, grazie al quale rilanciare l’economia europea a livello mondiale.

Parlamento-europeo-Strasburgo

Nessun problema per la maggior parte dei paesi europei; loro hanno già attuato le ristrutturazioni degli impianti che consentono di avere un impatto minimo sulla salute umana. Uno per tutti, lo stabilimento VoestAlpine di Linz, in Austria.

In Italia, ovvero Taranto, grazie all’Ilva ogni anno invece mille persone si ammalano di tumore (il dato è ufficiale e arriva della ASL di Taranto).

ilva-taranto-peacelink-4

Come ha recepito i principi guida europei il nostro governo? Il nuovo decreto Ilva, approvato in Consigli dei ministri il 24 dicembre scorso, dà il via libera alla produzione totale e senza freni dello stabilimento di Taranto. Il Governo ha deciso che l’Ilva deve continuare a produrre, così come ha fatto in passato: l’emergenza sanitaria di Taranto non interessa.

Un esempio su tutti, il decreto che ha approvato le modalità di smaltimento dei rifiuti pericolosi: se prima le discariche all’interno dell’Ilva erano illegali, ora rientrano pienamente all’interno della legalità. E questo, purtroppo, non è un caso isolato.

Rifiuti-Tossici1

Il Disegno di Legge 1345, sui delitti ambientali, va nello stesso senso: la nuova legge prevederebbe che un danno ambientale sarà tale solo se sarà dimostrato che è impossibile ripristinare la situazione precedente all’inquinamento attraverso bonifica. Tradotto significa che scaricare rifiuti tossici abusivamente non è reato perchè tanto è possibile bonificare.

L’Italia deve tornare a crescere, lo sappiamo, ma come accettare che gli italiani muoiano di cancro per decreto legge?


Potrebbe interessarti anche