Advertisement
Moto

Polimi Motorcycle Factory: i progettisti di domani

Matteo Giovanni Monti
5 maggio 2016

motostudent-intro

È passato meno di un anno da quando, grazie all’idea di un gruppo di studenti della Facoltà di Ingegneria Meccanica, è nato il Polimi Motorcycle Factory (PMF), team ufficiale del Politecnico di Milano dedicato alle due ruote, il cui progetto procede speditamente per la realizzazione di una vera e propria motocicletta.
Il team di giovani universitari si è iscritto alla Formula Moto Student, una competizione universitaria che conta oltre 1500 studenti provenienti da tutto il mondo, suddivisi in cinquanta atenei.

1
I progettisti in erba, che si stanno dedicando all’ambizioso progetto, sono trenta, divisi in sette reparti specializzati: telaio, dinamica, motore, elettronica, progetto industriale, carene e public relation.
Dopo mesi di duro lavoro, lo scorso novembre, hanno anche preso parte a EICMA 2016, Esposizione Internazionale Ciclo Motociclo e Accessori. Del resto, quale miglior luogo per far conoscere il loro progetto? La loro missione era stringere contatti e ottenere qualche utile sponsorizzazione. Il successo riscontrato è stato altissimo: molti complimenti, suggerimenti e forte interesse da parte delle aziende di settore.
Oggi il Polimi Motorcyle Factory e la sua moto sono cresciuti e sono supportati da esperti tutor. Le parti più difficili da realizzare sono state fornite dall’organizzazione del campionato.  Il motore è quello della piccola e grintosa Honda CBR 250r, i cerchioni, in leggerissimo alluminio, dell’azienda Marchesini, i pneumatici di Dunlop e l’impianto frenante di J.Juan.


Il team si è quindi concentrato sulla struttura della moto, tutta in moderna e leggera fibra di carbonio, con uno slanciato telaio di acciaio. La carenatura, ossia l’apparato aerodinamico applicato al telaio, è stata interamente progettata grazie all’aiuto dell’azienda NCS Lab. Quest’ultima stamperà in tecnologia 3D il reticolo guida, sul quale sarà poi applicata la vetroresina.
Grazie all’intraprendenza e alle capacità dei suoi studenti, il Polimi Motorcycle Factory ha stretto accordi anche con l’azienda artigianale Sc-Project, molto attiva nel mondiale MotoGP, per l’impianto di scarico, e con l’italiana Magneti Marelli per l’elettronica.

 

Altre parti sono ancora in via di sviluppo, ma siamo certi che questi ragazzi arriveranno pronti all’appuntamento del 5 ottobre 2016, quando tutti i team si sfideranno nelle terre iberiche presso il circuito MotorLand Aragòn.  Oggetto di valutazione sarà una prova di natura pratica, che prevede il test di frenatura, accelerazione, sicurezza del veicolo. A seguire, la gara con qualifiche. Il progetto sarà analizzato anche riguardo ai costi, al design, agli aspetti innovativi e alla possibile industrializzazione.
Non rimane che augurare un grosso in bocca al lupo al nostro team italiano!


Potrebbe interessarti anche