Advertisement

Polpette di crema di patate e cavolo alberello

Alessandra Isacco
14 aprile 2013

Di nuovo in cucina insieme!
La domanda oggi è: come far mangiare le verdure volentieri ai bambini ?
Noi mamme dobbiamo inventarci di tutto per convincere i piccolini di casa! Ma è giusto?
Tempo fa lessi un libro dal titolo “La principessa che odiava le verdure“. La favola racconta di un re e di una regina che, per convincere la propria principessina a mangiare gli odiati ortaggi, si sono inventati di tutto: prima hanno invitato a Palazzo un sarto molto famoso, che cuciva vestiti con fili d’oro e ricamati con rare pietre preziose, ma anche di fronte a questi regali magnifici, la bambina continuava a rifiutarsi ostinatamente di mangiare le verdure. Allora il Re e la Regina pensarono di chiamare a Corte un mago che avrebbe intrattenuto tutti con delle magie mai viste, ma di nuovo la principessa incrociò le braccia a tavola.
Alla fine si presentò a Corte un contadino, che regalò alla principessa testarda un sacchettino di semi da piantare nel giardino del Palazzo. Crebbero piccoli pomodori, fagioli e zucchine: la principessa restò incantata dalla meravigliosa crescita che aveva seguito con tanto amore, e finalmente quella stessa sera, a tavola, mangiò le verdure con gran gioia di tutti!
Sicuramente da questo piccolo libro ho imparato una lezione: coinvolgere sempre i bambini in cucina è una mossa da non sottovalutare, soprattutto nel caso di sapori nuovi e consistenze diverse. Devo ammettere che a casa mia il sistema funziona! Quindi, sia che i vostri bambini amino le verdure, sia che invece abbiate voglia di variare un po’ il loro menù, senza altri giri di parole, eccovi le nostre polpette…di verdure sì, ma davvero buonissime!

Tempo di preparazione: 40 minuti + Tempo di cottura: 10 minuti

Ingredienti per circa 30 polpette:

• 200 gr di cavolfiore alberello*
• 200 gr di purea di patate
• 100 gr di pane grattugiato (più qualche cucchiaiata per impannare delle polpette)
• 30 gr di parmigiano reggiano
• 1 uovo intero
• sale & pepe
• 80 ml di latte fresco
• ½ litro di olio di arachidi per friggere

* potete sostituire il cavolfiore alberello con quello che preferite; ma il mio consiglio è quello di evitare quello bianco, che è il più forte!

Procedimento:
Lavate e pulite il cavolfiore, dividetelo a cimette e mettetelo a bollire in una pentola con acqua e un pizzico di sale grosso.
A parte preparate il purè: fate cuocere per 30 minuti in una pentola colma d’acqua con un pugno di sale una grossa patata che avrete già lavato (o due piccole). Controllate la cottura con una forchetta: quando entrerà senza resistenza sarà cotta. Scolatela, sbucciatela e passatela nel passaverdure; rimettetela nel pentolino con una noce di burro, circa 80 ml di latte e un pizzico di sale; mescolate per ottenere un buon purè e mettete da parte.
Passate nel passaverdure il cavolfiore cotto e mettetelo nel recipiente con il purè.

A questo punto fatevi aiutare dai bambini: rimboccatevi le maniche! Aggiungete insieme l’uovo, aggiustate di sale e pepe, mettete il parmigiano reggiano e il pane grattugiato. Spiegate ai bambini come creare delle polpette prendendo un po’ di composto con un cucchiaino e formando con le mani delle piccole palline (ma senza schiacciarle, sono delicate!), per poi lasciarle rotolare nel pane grattugiato.
Ora prendete una pentola e versatevi l’olio di arachidi: quando è abbastanza caldo cuocere le polpettine girandole per farle dorare bene.
Infine preparate un piatto con della carta per i fritti, scolate le polpette dall’olio in eccesso e asciugatele bene prima di servirle calde.

Alessandra Isacco
www.incucinaconalicesofia.com