Food

Polpettizza

staff
28 gennaio 2013

Nigella Lawson, dea della cucina inglese, ha da poco pubblicato il suo libro dedicato alla cucina italiana intitolato Nigellissima.
 Molti storceranno il naso. Come è possibile che un’inglese scriva di cucina italiana?!? Vi dirò: è più che possibile. 
A mio avviso la cara Nigella è una donna meravigliosa, che ha reso sensuale il cucinare e il mangiare e che finalmente ha fatto capire al mondo che la donna è sexy non quando è perennemente a dieta, ma quando si rapporta in maniera serena con il cibo. 
Grande ammiratrice di questa foodie inglese, ho avuto l’onore di farmi firmare il suo nuovo libro e ho cominciato a preparare diverse delle sue ricette.
 Eccone una che, di primo acchito, vi potrà apparire assai bislacca ma che vi assicuro essere incredibile.

Ingredienti per 4 persone:
• 500 gr di carne trita di manzo
• 45 gr di Parmigiano grattugiato
• 45 gr di pangrattato
• 3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato
• 2 uova leggermente sbattute
• 1 pizzico di sale
• Pepe q.b.
• 400 gr di pomodori in scatola in pezzi scolati
• 1 cucchiaio d’olio
• 1 cucchiaino di origano essiccato
• 1 mozzarella

Tempo di preparazione: 40 minuti

Procedimento:
In una ciotola grande mescolare con le mani la carne trita, il parmigiano, il pangrattato, il prezzemolo e le uova. Salare e pepare. 
Lavorare il tutto giusto il necessario per amalgamare gli ingredienti senza insistere troppo, altrimenti l’impasto diventerà troppo denso e compatto.
Imburrare una teglia bassa e rotonda (io ho usato una tortiera dal diametro di 28 cm) e trasferirvi la carne schiacciandola leggermente con le dita per coprire tutto il fondo, proprio come si farebbe con la pasta della pizza.
Scolare tutto il liquido possibile dalla scatola di pomodori, quindi aggiungervi un cucchiaio di olio, l’origano, salare, pepare e spalmare il tutto con un cucchiaio sopra la carne.
Appoggiare sopra a tutto la mozzarella tagliata a fettine.
Infornare per 20-25 minuti in forno caldo a 220°.
La polpettizza sarà comunque pronta quando la carne apparirà ben cotta e leggermente soda.
Togliere dal forno, lasciare riposare per 5 minuti e servire.

Barbara Tauscheck

La passione di Barbara Tauscheck per la cucina è nata quando era molto piccola, osservando sua nonna, pugliese di nascita, preparare le famose orecchiette in ogni giorno di festa e ammirando la mamma che riusciva a destreggiarsi in maniera egregia tra lavoro e famiglia. Nel suo blog www.lacucinadibabe.it regnano semplicità e tradizione perché Barbara è profondamente convinta che per creare un buon piatto non ci sia bisogno di spendere grandi cifre e di avere a diposizione molto tempo, ma solo un pizzico di attenzione, una punta di creatività e un goccio d’amore.


Potrebbe interessarti anche