Advertisement
Lifestyle 2

Poltrire sì, ma con stile

Claudia Alongi
29 ottobre 2013

1

Mettersi comodi è un’arte sublime che va praticata con le dovute precauzioni.
La prima avvertenza, da non minimizzare, è che parole come “confort” e “benessere” non fanno rima per forza con… “divano”.
A questo proposito il design ci offre alternative, di norma bistrattate (o per meglio dire snobbate), ma assolutamente efficaci: sedie, sgabelli e pouf.

Per chi non si accontenta di far dimorare il proprio didietro su di una seduta qualunque.
Dana Cannam Design, in collaborazione con lo studio Agata Karolina, ci propone Hummingbird, una sedia a dondolo da lavoro (o da riposo) ergonomica dal perfetto bilanciamento tra stile classico e design contemporaneo.

Tra le seggiole, si fa notare Eight di Variér, uno sgabello regolabile in altezza con poggiapiedi satinato il cui punto di forza è il meccanismo di oscillazione che, seguendo i movimenti del corpo, consente di mantenere una postura corretta e aumentando la sensazione di comfort qualsiasi sia la regolazione.

2

Per i più sbarazzini, un’interessante proposta per rinnovare, anzi ri-vestire, le vecchie sedie, la offre il progetto Chair Wear dello studio olandese Bernotat&Co.
Una collezione di “abiti per sedie” multifunzionali e adatti ad ogni tipo di esigenza, si va dalla fodera con cappuccio, a quella con porta ipad o tasche e tasconi.

Infine, se il (solito) gruzzoletto che avete messo da parte è in attesa di essere speso, magari per impossessarsi di un pezzo d’autore, Triennale Design Museum fa al caso vostro. Fino al 3 novembre, infatti, i cortili della Triennale di Milano ospitano cinquanta sedie, non una di più, firmate da altrettanti artisti emergenti e non.

foto 3

L’idea è semplice: ieri erano solo cinquanta ordinarie sedie rosse in legno, oggi quelle stesse sedie sono rielaborate e trasformate da artisti, progettisti e fashion designer in originali creazioni che verranno battute all’asta a Como il 10 novembre e l’intero ricavato devoluto in beneficenza alla Fondazione Sim-patia. Tra le firme ci sono Ilaria Venturini Fendi, Giuliano e Gabriele Cappelletti, Elio Fiorucci, Massimiliano Galliani, Paolo Salvadè, Omar Hassan, Agatha Ruiz de la Prada.

Claudia Alongi


Potrebbe interessarti anche