Auto

Porsche Panamera si rinnova: massima sportività, massimo comfort

Francesco Costa
5 luglio 2016

copdertina

È stata svelata in anteprima a Berlino, introdotta da uno spettacolare show di luci e musica, la nuova Porsche Panamera, un modello già cult che si prepara ora a conquistare l’asfalto delle nostre strade.
La seconda generazione della coupé quattro porte della casa di Stoccarda presenta delle importanti novità estetiche e meccaniche: moltissimi componenti sono stati ridisegnati, senza tuttavia stravolgere l’aspetto del modello originario, ma avvicinandolo alla sportiva di punta 911. Rivisto, tra i vari elementi, l’aspetto dello scudo anteriore, delle prese d’aria e dei fari, ma soprattutto del posteriore, considerato dai più la parte meno riuscita della Panamera: ora i gruppi ottici sono più sottili, allungati e filanti, raccordati insieme da un lungo elemento a led. Il nuovo disegno rende il retro, pur essendo di dimensioni importanti, molto più slanciato, dinamico e moderno.

Sotto l’aspetto tecnico/meccanico, la coupé granturismo è stata migliorata all’insegna della massima sportività, concentrando il meglio dell’attuale tecnologia: nuovo pianale, asse posteriore sterzante, quattro ruote motrici, sospensioni pneumatiche a controllo elettronico e cambio PDK a doppia frizione e otto marce. Notevoli le motorizzazioni, tutte biturbo: si va da un 6 cilindri 2900cc. da 440CV fino al V8 4000cc da 550CV, passando da un turbodiesel V8 da 422CV, ideale per chi macina molti km.  La versione V8 benzina, forte di un’accelerazione da 0 a 100km/h in soli 3,6 sec e di una velocità massima di 306 km/h, ha staccato al Nurburgring un tempo di 7 minuti e 38 secondi, pari a quello dell’Alfa Giulia Quadrifoglio, della Lamborghini Gallardo LP570-4 Superleggera, e nettamente migliore di quello delle sue dirette rivali.

Nonostante la marcata connotazione sportiva di questa nuova serie, la Panamera rimane però una granturismo idonea  ai viaggi e, in quanto tale, grande attenzione è stata riservata anche alla comodità e all’abitabilità. L’infotainment  viene gestito da uno schermo touch da ben 12,3” comandabile anche a voce e collegabile allo smartphone; modernissima, poi, la nuova consolle centrale, dotata di comandi a sfioramento; un analogo quadro comandi è presente anche sul tunnel posteriore a disposizione dei passeggeri dietro per gestire autonomamente il flusso d’aria ed il comfort delle sedute; il cruscotto è composto da un grande contagiri centrale a lancetta affiancato da due schermi da 7’’. Migliorata anche la comodità dei sedili e la capienza del bagagliaio.

Tra i numerosi accessori di ausilio alla guida, spicca il Porsche InnoDrive, un evoluto sistema di cruise control in grado di guidare l’auto in maniera semi-automatica, analizzando la strada davanti a sé per 3 km ed adeguando la marcia in base ai limiti di velocità, alla pendenza, alle curve e agli ostacoli presenti.
In Italia la prevendita è aperta, con prezzi che vanno dai 117.362 euro fino a 158.354 euro. Le consegne partiranno da novembre.


Potrebbe interessarti anche