Advertisement
Postcards

Marocco (vol. 2)

Carla Diamanti
5 giugno 2014

140604 Cartolina

Il Marocco, dicevamo.

I colori e i suoni di Marrakech si attenuano man mano che ci si sposta verso l’Atlante. Il paesaggio diventa più rude, i colori uniformi. Si sale fino al passo di Tizi ‘n Tichka, il più alto del Marocco, e poi si torna a scendere seguendo i tornanti e fino alle propaggini del deserto.

Appesi alle rocce si distinguono le case colore della terra. Sembrano disabitate, spettri di luoghi fuori del tempo. Poi sbucano i bambini e le donne. E la vitalità.

Dicono che Ait Ben Haddou sia la più bella. Di sicuro è la più fotografata e la più conosciuta di tutte le kasbah marocchine, per via di tutti quei film che vi sono stati ambientati. Per raggiungere i suoi vicoli di fango e le sue terrazze di paglia e foglie si attraversa un corso d’acqua che d’estate viene assorbito dalla terra assetata. Il cielo è di un azzurro straordinario, lo stesso che sovrasta la Strada delle mille kasbah, punteggiata di grappoli di case strette le une alle altre, e la Valle delle Rose, dove ogni anno i petali diventano protagonisti di uno dei più spettacolari moussem marocchini.

Verso est le piste sterrate si allontanano dalle vallate verdissime, dalle gole spaccate dall’acqua e invase da un interminabile serpente piumato di palme da dattero. Ancora qualche decina di chilometri e il verde lascia il posto al color aragosta delle dune. Ecco Merzouga, ecco l’avamposto del Sahara, ecco quella sabbia che richiama, che avvolge, che invita ad andare. Una duna e poi l’altra, senza mai l’impressione di essere arrivati alla meta. La sensazione di smarrimento, il vento, il silenzio, lo sguardo che spazia.

Quando il sole tramonta i colori si accendono. Poi, a dorso di dromedario completate il vostro percorso verso l’infinito silenzio e raggiungete il bivacco attorno al fuoco. Qui l’azzurro del cielo cederà il posto a una coperta nera punteggiata di innumerevoli stelle: è il tetto più bello che si possa immaginare di avere.

Carla Diamanti
www.thetraveldesigner.it
www.maroccodasogno.com


Potrebbe interessarti anche