Fotografia

Premio Reda: la prima edizione ad Artissima 2015

Flavia Rita Grotta Roldan
10 novembre 2015

Artissima_oval

Alla ventiduesima edizione di Artissima, è stato introdotto il nuovo Premio Reda, un concorso per giovani fotografi under 35 i quali hanno esposto le loro opere nelle gallerie presenti alla fiera nelle sezioni Main Section, New Entries e Present Future.

Il premio, che prende il nome dal Lanificio Preda, azienda leader nel campo dei tessuti pregiati che da quest’anno è tra gli sponsor della fiera, si aggiunge ai cinque premi già presenti ad Artissima, arricchendo così la programmazione ed evidenziando la forte voglia di promuovere giovani talenti.

Una giuria internazionale d’eccezione di esperti di fotografia ha selezionato il vincitore del premio: Francesco Zanot (Camera – Centro Italiano per la Fotografia, Torino), Cristiano Raimoni (NMNM, Monaco), Florian Ebner (MuseumFolkwang, Essen), Philip e Rosella Rolla (collezionisti, Fondazione Rolla, Svizzera) e Giovanni Silva (Humboldt Books, Milano) che darà la possibilità di realizzare una pubblicazione monografica presso il prestigioso editore Humboldt Books.

© Filippo Alfero ARTISSIMA 2015 Torino, 05-08/11/2015

© Filippo Alfero
ARTISSIMA 2015
Torino, 05-08/11/2015

Il 6 Novembre la prima edizione del premio è stata vinta da Calla Henkel & Max Petegoff, a Torino presso il Meeting Point dell’Oval. I vincitori, rappresentati dalla galleria Isabella Bortolozzi, attraverso le loro immagini vogliono esprimere il valore dell’innovazione, fotografando in modo inedito delle installazioni artistiche già esistenti.

La giuria ha scelto di premiare Calla Henkel & Max Pitegoff per la capacità di sfruttare una funzione tipica del linguaggio fotografico, la documentazione di un gesto o una performance, rinnovandola e trasformandola in un autentico oggetto di ricerca. In un lavoro che combina fotografia e teatro, individualità e collettività, controllo e collaborazione, viene inoltre apprezzata la capacità di realizzare immagini di immediato impatto visivo, sulla cui base vengono stratificati una serie di significati. La compattezza delle singole serie che compongono la loro ricerca le rende infine ideali per una pubblicazione dartista.”, ha dichiarato la giuria al momento della premiazione.


Potrebbe interessarti anche