Tech

Quale app metti in valigia?

Maria Stella Gariboldi
23 luglio 2014

fb-ad-copilot-android-it

Partire sì,  ma con il navigatore. In occasione delle ferie estive sempre più vicine, CoPilot ha svolto un sondaggio tra gli italiani, indagando tra le abitudini e le fobie più comuni che ci accompagnano il vacanza.

I vacanzieri nostrani non vedono l’ora di partire alla volta delle mete estive, e ben il 69% di loro si definisce uno spirito libero, contro la minoranza che ammette di pianificare nel dettaglio le proprie ferie. Eppure solo il  12% si lascia trasportare dal caso nei suoi viaggi on the road, mentre il 53% preferisce affidarsi al navigatore e il 35% chiede aiuto ai passanti, come da sana tradizione.

Di conseguenza, i navigatori sono tra le app considerate indispensabili per un viaggio, precedute solo dalle applicazioni per il meteo, irrinunciabili, e da quelle fotografiche. Seguono il podio app più dilettevoli, come quelle dei vari social network, e utili (pronto soccorso e traduttore  in primis).

Ma la tecnologia ha il suo prezzo: ecco che tra gli incubi estivi compare, subito dopo lo smarrimento dei bagagli, la prospettiva di perdersi e l’impossibilità di usare il cellulare – una combinazione fastidiosa a cui la stessa app CoPilot suggerisce un rimedio, essendo utilizzabile anche offline.

Meno temuta l’ipotesi di non gradire il cibo locale: lo spirito di adattamento è la prima cosa da mettere in valigia!

 


Potrebbe interessarti anche